Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Messina, benedette donne incinte e neonati per la festa della Madonna delle Grazie FOTO

Messina, benedette donne incinte e neonati per la festa della Madonna delle Grazie FOTO

di

Si è rinnovato questo pomeriggio, in occasione della festa della Madonna delle Grazie e delle Gravidelle, il tradizionale rito della benedizione delle mamme in attesa e dei bambini nel primo anno di vita. Sono stati in tanti a partecipare alla preghiera nella chiesa della Madonna delle Grazie di Gravitelli superiore e subito dopo alla celebrazione nel campetto parrocchiale presieduta da padre Giovanni Impoco. Un atto di fede che ogni anno, da quasi mezzo secolo, si rinnova nel giorno della solennità liturgica della natività della Beata Vergine Maria. “Il senso della festa - ha detto il parroco - è quello di riscoprire l’importanza della vita amandola, custodendola e condividendola con generosità, costruendo così per i nostri figli un futuro migliore”. Una preghiera particolare il sacerdote l’ha voluta rivolgere alle donne e ai bambini dell’Afghanistan, “privati della dignità di uomini e figli di Dio”. Al termine della celebrazione, dopo l’atto di affidamento, a ciascuna mamma è stata donata l’icona della Madonna delle Gravidelle e il Rosario, simboli di quella preghiera quotidiana che nella famiglia diventa segno tangibile di condivisione. Per l’occasione la corale parrocchiale diretta e accompagnata da Angelo Cannata e Massimiliano Calabrò che ha animato la celebrazione, ha eseguito l’inno alla Madonna delle Gravidelle composto da Maurizio Colucci e musicato da Nazzareno De Benedetto. Il culto della Madonna delle Gravidelle è tra i più antichi della storia religiosa cittadina; a questo nel 1921, con la donazione alla chiesa baracca dell’attuale statua, si aggiunse quello della Madonna delle Grazie. Domenica prossima, durante la celebrazione delle 11, verrà inaugurato e benedetto il nuovo mosaico dell’altare a 50 anni dal completamento dei lavori di edificazione della chiesa nuova.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook