Domenica, 01 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Rometta, scoperta una scultura di Antonello Gagini sul fronte della chiesa

Rometta, scoperta una scultura di Antonello Gagini sul fronte della chiesa

di

La statua della Madonna con il Bambino posizionata sul fronte anteriore della chiesa Madre di Rometta è dello scultore Antonello Gagini. La straordinaria scoperta trae origine nell'ambito delle ricerche del Prin "The Renaissance in Southern Italy and in the Island. Cultural Heritage and Tecnology", che vede coinvolte le Università di Messina, Palermo, Napoli e Cagliari, e come responsabile dell'Unità di Messina il professore Roberto Cobianchi del Dipartimento di Civiltà antiche e moderne. A Rometta, ad avere esaminato la statua si è recato il professore Giampaolo Chillè del Dicam, mentre le riprese fotografiche sono state eseguite da Antonella Mangano.

Antonello Gagini è il principale scultore siciliano del Rinascimento, allievo a Firenze di Benedetto da Maiano e divulgatore della cultura artistica toscana in Sicilia. «La scultura di Rometta è alquanto ammalorata- ha precisato il prof. Chillè- il volto del Bambino è illeggibile, quello di Maria è molto corroso, però suo malgrado la qualità è alta e non lascia dubbi sulla paternità dell'opera e quindi sull'attribuzione al Gagini. La datazione della statua è tra 1510 e 1520». Ma da cosa nasce questa ricerca? Il professore Chillè, alcuni anni fa, è stato a Rometta in occasione della presentazione del libro curato dalla scrittrice Teresa Pugliatti. In quella stessa circostanza, aveva posto una riflessione su come un paese ricco di cultura come Rometta non avesse una statua marmorea del Cinquecento. Scorrendo poi delle immagini, ha notato la presenza della statua sulla facciata della chiesa Madre e, nel contempo, espresso il desiderio di poterla vedere da vicino. Da lì sono iniziate le intense ricerche.

Il sindaco Nicola Merlino ha manifestato sentimenti di gioia e gratitudine nei confronti di questa scoperta di grande prestigio per il territorio di Rometta, come anche per l'intero comprensorio tirrenico. «Giampaolo Chillè- ha precisato Merlino- ha visionato e fotografato in tutti i particolari la cassapanca di proprietà del Comune, per datarla e verificarne gli scenari che sono raffigurati sulla stessa e, poi, con il supporto del carrello elevatore, messo a disposizione della ditta Preve, a cui va il mio ringraziamento, ha focalizzato tutte le minuzie della statua della Madonna con il Bambino, posizionata sulla facciata della chiesa Madre». I risultati della ricerca, che verrà approfondita, saranno presentati nel corso di un convegno che l'amministrazione comunale intende realizzare il prossimo anno. «Ringrazio tantissimo il professore Chillè per lo straordinario lavoro che sta portando avanti con impegno e passione, e che arricchisce dal punto di vista artistico, culturale e storico il patrimonio della nostra cittadina- ha infine aggiunto il sindaco-. Un grazie lo porgo anche alla fotografa Antonella Mangano per le sue grandi doti professionali». L'avvenimento ha colto l'attenzione di molti artisti locali e appassionati d'arte, che apprezzano le opere dello scultore Antonello Gagini.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook