Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Messina, a Briga Marina si rinnova l'omaggio a San Paolo nei luoghi in cui fu accolto - FOTO

Messina, a Briga Marina si rinnova l'omaggio a San Paolo nei luoghi in cui fu accolto - FOTO

di

La storia del villaggio di Briga Marina - un tempo Briga San Paolo - è legata alla figura dell’apostolo delle genti che, secondo quanto riportato negli Atti degli Apostoli, in uno dei suoi viaggi (probabilmente il quinto) verso Roma, dopo essere naufragato a Malta, raggiunse questa zona “costeggiando” Siracusa e Reggio per portare a compimento la sua predicazione. La sua breve permanenza fu così pregnante che i messinesi vollero intitolargli i luoghi segnati dal suo passaggio: Cala San Paolo, l’insenatura dove è sbarcato, la Pietra sulla quale si elevò per predicare e Briga, l’umile agglomerato di pescatori dai quali è stato accolto.

A testimonianza del passaggio dell’apostolo Paolo al quale sembra essere legata la tradizione della Madonna della Lettera, di fronte a quella Pietra sorse la prima chiesetta santuario - con annesso un lebbrosario in seguito demolito - attorno cui prese forma l’iniziale villaggio. Dopo un lungo periodo di abbandono, la chiesetta fu restaurata e riaperta al culto il 28 settembre 2007. Tra il 1932 e il 1935, invece, nella piazza antistante fu costruita la chiesa parrocchiale dedicata a San Paolo e san Nicolò, dove ogni anno si rinnova l’omaggio al patrono con i solenni festeggiamenti in suo onore; una tradizione che nel tempo il parroco, mons. Nicola Freni, si è impegnato a tener viva facendola diventare un forte elemento identitario.

Questa sera, sul sagrato della chiesa dov’è stata collocata dai portatori la statua in legno di San Paolo risalente al 19mo secolo assieme a una reliquia del sepolcro di Roma, il rettore del Seminario arcivescovile mons. Alessandro Lo Nardo ha presieduto la messa solenne, alla presenza del sindaco, di altre autorità civili e militari, dei portatori del fercolo di S. Paolo, animata dal coro parrocchiale. Al termine della celebrazione, dopo un breve momento musicale curato dalla banda musicale “V. Bellini” di S. Stefano Briga diretta dal maestro Tommaso Bellinghieri, si è svolto il tradizionale spettacolo di giochi pirotecnici.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook