Sabato, 08 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Messina, in viaggio con il S. Ignazio tra i riti della Settimana Santa nel Mediterraneo

Messina, in viaggio con il S. Ignazio tra i riti della Settimana Santa nel Mediterraneo

Un lungo ed articolato progetto, realizzato sotto la guida del professore di Religione Cattolica Giacomo Sorrenti, ha visto gli studenti del Collegio S. Ignazio di Messina veri e propri protagonisti delle tradizioni pasquali della loro città. A conclusione del percorso, gli alunni del I Liceo, in particolare, hanno partecipato ad un webinar riguardante i Riti della Settimana Santa nel Mediterraneo, con  riferimento a Messina, Francavilla Fontana (BR) e Terragona, in Spagna. L'argomento sarà ampiamente trattato sull'edizione di Noi Magazine che verrà pubblicata l'8 aprile, alla ripresa delle lezioni dopo le vacanze pasquali.

La celebrazione della Passione, Morte e Resurrezione di Cristo è il fulcro di tutto l’anno liturgico, commemorando l’evento fondante della fede cristiana. La Chiesa cattolica ha sempre approvato lo svolgimento di tali celebrazioni, in quanto contribuiscono a rinsaldare e tramandare la fede cristiana. In Italia, numerose e spesso suggestive sono le rappresentazioni della Settimana Santa, diffuse soprattutto nel Mezzogiorno, grazie ai notevoli influssi spagnoli ricevuti durante la dominazione della Corona di Spagna. In queste manifestazioni si mescolano gli elementi più strettamente religiosi con componenti in varia misura folcloristiche, fra le più particolari e belle vi sono quelle che si svolgono in Sicilia e in Puglia. Messina e Francavilla Fontana sono località nelle quali, ancora oggi, è viva tale testimonianza secolare di fede e cultura, così come a Terragona (Catalogna) che, assieme a molte città della Spagna, celebra con sfarzo la Settimana Santa.

I ragazzi del I Liceo si sono cimentati nella realizzazione di uno splendido video in cui, dopo aver mostrato le bellezze naturali della città di Messina, hanno indossato gli abiti di alcuni dei personaggi storici della processione delle “Barette”, famoso rituale del Venerdì Santo a Messina. Gli alunni hanno descritto le varie fasi della processione, assieme alle sculture e alla funzione di ogni singola Baretta, riscoprendone, così, aspetti e valori nascosti. Il video, realizzato con la collaborazione dello studio Lorino, è stato proiettato nell’ambito del seminario tenutosi online, nel quale sono intervenuti, tra gli altri, il prof. Vincenzo Caruso, assessore alla Cultura del Comune di Messina, e il diacono Antonino Andriolo, direttore dell’Ufficio IRC della Diocesi di Messina, che si sono soffermati sull’importanza dell’evento. Il Prof. Filippo Grasso dell’Università di Messina, ha ricordato l’importanza di questi riti anche dal punto di vista turistico, sottolineando come essi rappresentino per molte comunità un volano economico. Il webinar è stato patrocinato dalle regioni Puglia e Siciliana e da varie associazioni tra le quali l’Associazione Culturale Messina Sacra, ha visto avvicendarsi molti interventi di studenti e docenti dalle due regioni del Mezzogiorno d’Italia e dalla Spagna, allo scopo di mostrare le comuni radici che legano ormai da secoli la Spagna all’Italia.

Per il Collegio Sant’Ignazio, dopo i saluti della dirigente prof.ssa Maria Muscherà e del direttore dott. Gianluca Busacca,  sono intervenuti il prof. Giacomo Sorrenti, coordinatore del progetto e la prof.ssa Maria Monserrat Villagrà Teran, docente di lingua spagnola che ha relazionato su alcuni aspetti etimologici legati ai riti pasquali. Apprezzato è stato anche l’intervento dell’alunna Laura Pispisa che, dopo essersi preparata all’evento con la docente di spagnolo Daniela Gioè, ha salutato in lingua spagnola i relatori collegati da Terragona.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook