Lunedì, 20 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

La Cucinotta tra gli ospiti del Nemo Sud: "Da messinese fiera di questo polo d’eccellenza"

Un pomeriggio davvero indimenticabile per gli ospiti del Centro Nemo Sud. A portare il suo meraviglioso sorriso Maria Grazia Cucinotta, l’attrice messinese tornata in questi giorni nella propria città protagonista della commedia teatrale “Figlie di Eva” andata in scena nel week-end al “ Vittorio Emanuele”, che ha voluto salutare i pazienti del Centro clinico e ritrovare gli amici medici ed operatori che la conoscono e apprezzano da anni. Sono infatti numerose le occasioni e gli eventi ai quali l’attrice, regista e produttrice ha partecipato testimoniando la sua vicinanza al Nemo Sud.

Calorosa ed emozionata l’accoglienza riservata all’attrice che ha conosciuto i pazienti presenti in ricovero e le loro famiglie. Ad ognuno Mariagrazia Cucinotta ha dedicato tempo ed attenzione. Tra loro, anche i più giovani: il piccolo palermitano Domenico, di 9 anni, la ventottenne catanese Angela ed Antonio, trapanese di 15 anni. Quest’ultimo attendeva con ansia di incontrare l'attrice. Visibilmente emozionato ma per nulla intimidito ha trascorso parecchio tempo con la Cucinotta. Le ha raccontato del suo desiderio di viaggiare e conoscere luoghi lontani. «Il tempo non va combattuto ma vissuto», ha detto l’attrice ad Antonio. E tra risate e racconti di viaggio, la Cucinotta ha poi pubblicato delle storie sui social network rendendo protagonista lo stesso ragazzo.

La dolcissima attrice ha confermato, anche in questa occasione, il suo impegno al fianco del Centro ricordando di quando visitò la struttura ancora cantiere, 7 anni fa. La Cucinotta si è detta molto soddisfatta di come oggi il Centro sia operativo, operoso ed utile per così tante persone del Sud Italia: «Una struttura che si prende cura di queste persone, anche dei più giovani, che nella loro condizione hanno comunque oggi la fortuna di non dover andare dall’altra parte del mondo per curarsi. Perché uno dei più grandi disagi per un malato è certamente quello di dover viaggiare per trovare cure e raggiungere un luogo molto lontano da casa e dai propri affetti. Nemo Sud è certamente diventato un centro di eccellenza ma soprattutto un riferimento per migliaia di persone. Un luogo dove pazienti e loro familiari, operatori, medici, divengono un’unica grande famiglia. Da messinese sono fiera di Nemo e di ciò che fa. Si parla sempre male del Sud Italia. Anche in sanità. Invece il Sud funziona quando dai l’opportunità di farlo funzionare. Sento di ringraziare tutti coloro che vi lavorano perché si vede che tengono a ciò che fanno e lo fanno con amore vero».

Alcune mamme e mogli di pazienti in corsia hanno poi preparato dei dolci per salutare la Cucinotta e ringraziarla di questo tempo trascorso insieme. Dopo scatti fotografici ed abbracci, un lungo applauso ha accompagnato l’attrice fino all’uscita.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook