Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Messina, benedetta la preziosa lampada votiva dedicata a Santa Barbara - Foto

È stata benedetta questa sera dal vescovo ausiliare monsignor Cesare Di Pietro, durante il rito dei primi vespri in onore di S. Barbara martire patrona degli Artiglieri, Genieri, Vigili del fuoco e Marinai, una preziosa lampada votiva collocata nella chiesa dedicata alla Santa all'interno della Base Navale di Messina, precedentemente custodita nella Basilica cattedrale.

Si tratta di un dono che i superstiti del Regio Incrociatore Bolzano - silurato da un sommergibile inglese nel settembre 1942 al largo dell’Arcipelago delle Eolie - avevano donato il 2 ottobre 1976 all’arcivescovo Francesco Fasola, segno di offerta alla Madonna della Lettera in memoria dei caduti per la Patria. La lampada è stata accesa dal comandante della Base militare, il capitano di vascello Giuseppe Catapano assieme alla madrina, la moglie Angela.

Subito dopo è stata benedetta anche la nuova bandiera della sezione provinciale dell’Associazione nazionale marinai d’Italia (Anmi), intitolata all’eroe di Premuda ammiraglio Luigi Rizzo. Al rito, concelebrato fra gli altri dal cappellano della Marina don Andrea Di Paola erano presenti il Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi, il questore Vito Calvino, il comandante interregionale “Culqualber” generale di corpo d’armata Luigi Robusto, l’assessore comunale Dafne Musolino, autorità civili e militari, rappresentanti della sezione Anmi di Messina e del Labaro del Nastro Azzurro, le infermiere della Croce Rossa Italiana. Domattina alle 10 in Cattedrale, l’arcivescovo mons. Giovanni Accolla presiederà la solenne celebrazione per la festa di S. Barbara.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook