Lunedì, 16 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Mandanici, monumenti e poli sportivi in cima al programma: il nuovo consiglio comunale - Nomi e foto

di

È alla “Gazzetta del Sud” che il neo eletto sindaco di Mandanici, Giuseppe Briguglio, rilascia la prima intervista da primo cittadino. Dirigente medico del pronto soccorso di Taormina e medico del 118, 55 anni, Briguglio traccia la sua condotta amministrativa per i prossimi 5 anni. Parte da alcuni suoi “cavalli di battaglia” affrontati in campagna elettorale.

«Innanzitutto - afferma - c’è da rivedere il decoro urbano e la pulizia del paese, poiché sotto questo profilo negli ultimi anni non si è lavorato massimo. Poi si provvederà alla manutenzione ordinaria dei beni monumentali ed architettonici ed alla riattivazione del campo di calcio e della palestra».

Il primo cittadino ha quindi manifestato la volontà di aprire alla minoranza attraverso la condivisione almeno dei problemi più importanti, pur restando nell’àmbito e nel rispetto dai ruoli assegnati dall’elettorato. Quindi ha parlato dei suoi propositi verso tutti i collaboratori istituzionali «ai quali - afferma - delegherò alcuni compiti». Precisa, infine, che la sua è una compagine civica nella quale ci sono amministratori di destra, di sinistra ed indipendenti. «La compagine “Mandanici futura” - continua Briguglio - si propone di governare il paese mettendo i cittadini al centro dell’azione amministrativa. Essi saranno coinvolti direttamente nelle scelte più importanti che l’amministrazione dovrà affrontare. Come obiettivo primario pensiamo che sia possibile un rilancio demografico, perciò cercheremo innanzitutto di fermare i fenomeni migratori, e di attuare politiche per incrementare la popolazione. Per migliorare la qualità della vita offriremo servizi ai cittadini. Per far ciò pensiamo di creare uno “Sportello amico”, dove il cittadino può rivolgersi per ricevere chiarimenti, informazioni per quanto riguarda i servizi permettendo, così, un rapporto semplificato con la casa comunale. Abbiamo inoltre in mente di organizzare - prosegue ancora Briguglio - attività socialmente utili per gli anziani, attività ricreative e per il benessere. Quindi pensiamo di attivare un servizio di tutela per anziani soli, come il disbrigo di pratiche varie. In programma anche l’idea di stipulare convenzioni per effettuare screening per la prevenzione della salute. Per i giovani pensiamo di organizzare attività artistiche, musicali, creative e culturali. Faremo un piano per assegnare borse di studio comunali per la prosecuzione degli studi universitari. Sarà istituita una consulta giovanile. Istituiremo uno sportello per dare ai nostri giovani gli aiuti necessari per accedere ai bandi europei e non solo, ovvero fornire giusta assistenza per la semplificazione della burocrazia. Organizzeremo quindi tirocini gratuiti convenzionati con le Università ed una ludoteca comunale per attività socio-culturali e ricreative. Abbiamo pensato ad una politica per la scuola, per l’agricoltura, il territorio e per lo sport che, se ben saputi utilizzare, possono costituire una buona fonte di ricchezza».

Sebastiano Ravidà, designato assessore e vicesindaco nel primo quinquennio, afferma anche che «sono state già contattate alcune agenzie che inviano pullman da turismo in alcuni Comuni della riviera jonica, al fine di organizzare viaggi anche su Mandanici».

Anche l’assessore designato ed il secondo dei due vice sindaco designati, Giuseppe Carpo, si sofferma sulle prospettive per il futuro. «Siamo già all’opera, stamattina - aggiunge - abbiamo preso contatti con alcune associazioni sportive e culturali per organizzare eventi che possano dare visibilità alla nostra comunità». Primo Consiglio il prossimo 13 maggio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook