Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Foto Musica Natale: a Messina i grandi nomi della musica made in Sicily. E una "chicca" inedita

Natale: a Messina i grandi nomi della musica made in Sicily. E una "chicca" inedita

I grandi nomi della musica siciliana si esibiranno a Messina per festeggiare insieme col pubblico l’addio alla pandemia: giovedì 22 e venerdì 23 piazza Duomo ospiterà «Viene Natale finalmente vicini» con l’intento di celebrare il ritorno alla normalità in vista delle festività, lontani del distanziamento sociale e dalle restrizioni, richiamando l’omonima canzone, scritta nel 2020 in pieno Covid e appena tornata in radio, e che per la prima volta sarà eseguita dal vivo dai 40 bambini del coro interscolastico Vincenzo Bellini e alcuni degli ospiti. Mario Venuti, Tony Canto, Lello Analfino, Luca Madonia, Ivan Segreto canteranno nella prima serata, mentre toccherà a Mario Incudine, Daria Biancardi, Kaballà, Picciotto feat Bruna & Gheesa e alla band Babil on suite animare il secondo show: entrambi gli appuntamenti sono aperti al pubblico con ingresso libero e inizieranno alle ore 21. La conduzione è affidata a Stefania Renda conduttrice di trasmissioni televisive e di eventi in diversi ambiti e moderatrice di convegni, da oltre dieci anni nel mondo della comunicazione a tutto tondo.

Il coro, diretto da Daniela Giambra, eseguirà il brano giovedì e l’occasione sarà utile per rinnovare l’invito alla cittadinanza a partecipare alla raccolta fondi da devolvere alla Fondazione Giglio di Cefalù: infatti la canzone era stata incisa da oltre 30 «big» nell’ambito di un progetto di sensibilizzazione della Regione Siciliana a sostegno del personale sanitario impegnato nell’emergenza (per donare è sufficiente un’offerta libera «Sicilia per l’Italia», iban IT89B0623043260000015073028).

Intanto domenica scorsa grandi applausi per il pianista pesarese Matthew Lee, celebre per le sue commistioni di rock'n'roll, boogie woogie, jazz con musica classica e pop: «Mi rende felice mescolare brani apparentemente scollegati tra loro, ma sempre a modo mio» - spiega l’artista, particolarmente apprezzato dalla platea rimasta incantata dalla velocità e dalla dimestichezza con le quali il pianoforte diventa parte del suo corpo durante lo spettacolo, specialmente quando si sdraia sopra e suona con le mani «al contrario».

Gli eventi musicali che vedono Messina location di un cartellone molto ricco e per tutti i gusti sono promossi dall’amministrazione comunale che mercoledì 21, alle 20.30, accoglierà nella Basilica Cattedrale l’orchestra, il coro e l’organo diretti dal maestro Michele Amoroso e il soprano Chiara Taigi per il concerto lirico «Cum Jubilo» - Echi di Rinascita e di Alleanza.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook