Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura “Inferno” e “Odissea” alle Gole dell’Alcantara: un grande ritorno, stagione al via dal 23 luglio

“Inferno” e “Odissea” alle Gole dell’Alcantara: un grande ritorno, stagione al via dal 23 luglio

di

«Abbiamo fatto l’Inferno, ma è stata un’Odissea». Con questa battuta Simone Trischitta – presidente di Buongiorno Sicilia, che con Vision Sicily produce i due spettacoli sempre sold out nella scorsa stagione teatrale estiva – , ha sintetizzato il gran lavoro organizzativo che è stato necessario quest’anno per consentire le rappresentazioni nelle Gole dell’Alcantara.

«Siamo lieti – ha affermato – di mettere ancora una volta in scena i nostri spettacoli all’interno del Parco Fluviale dell’Alcantara, in quelle Gole, monumento unico celebrato in tutto il mondo. Per farlo, però, abbiamo dovuto lavorare molto più intensamente rispetto al passato. E questo perché, per far godere al pubblico gli spettacoli in piena sicurezza, abbiamo applicato meticolosamente, con l’aiuto di ingegneri e specialisti, tutte le direttive anti-covid. Anche le operazioni di discesa e risalita, sia con gli ascensori, sia con le scale, si svolgeranno in assoluta sicurezza. E tutte le sedie e le cabine saranno sanificate al termine di ogni spettacolo. Poiché, infine, si opera all’interno di un Parco fluviale, le sedie rimarranno sul greto del fiume soltanto per la durata delle due repliche serali».

E mentre nelle Gole si continua a lavorare, il regista Giovanni Anfuso, cui si devono le riduzioni di entrambi gli spettacoli, in sala prove sta istruendo gli attori, alcuni dei quali nuovi, per mettere a punto l’edizione 2020 di Odissea, che aprirà il 23 luglio la stagione. Per il 27 agosto è fissato poi il debutto del testo dantesco. Poiché i posti a sedere sono in tutto 198, il massimo consentito dal distanziamento, i biglietti saranno venduti su pianta, con posto assegnato (online sul circuito Boxoffice Sicilia).

Un’organizzazione, ha sottolineato Trischitta, frutto di un lavoro di squadra tra imprenditori, ossia i produttori teatrali e i gestori del Parco botanico e geologico delle Gole, e Istituzioni, cioè il Comune di Motta Camastra, il Parco fluviale dell’Alcantara e quella Regione Siciliana che ha inserito Inferno e Odissea tra i Grandi eventi 2020.

«Ripartiamo – ha detto soddisfatto Maurizio Vaccaro, che con i fratelli Alessandro e Nino gestisce il Parco botanico e geologico – e sembra che abbiamo vinto la scommessa di offrire ancora al pubblico, dal quale abbiamo avuto grandi riconoscimenti, questi due spettacoli. In questo 2020, inoltre, abbiamo creato anche un’offerta per i visitatori dando loro la possibilità di risiedere nell’area glamping, il nostro campeggio glamour, e assistere non solo agli spettacoli ma anche alle prove, magari dialogando con gli attori. Una maniera di coniugare al meglio Natura e Cultura a favore del territorio».

«Finalmente – ha affermato il sindaco di Motta Camastra Carmelo Blancato – ce l’abbiamo fatta. Sono stati in tanti a telefonare al Comune per sapere se l’Inferno di Dante e l’Odissea di Omero sarebbero stati riproposti. Così, anche in quest’estate 2020, abbiamo deciso di contribuire all’organizzazione di questi due kolossal, fornendo supporto al pool di produttori e il Parco botanico delle Gole dell’Alcantara. Abbiamo collaborato sui protocolli di sicurezza e abbiamo prodotto gli atti di nostra competenza necessari per lo svolgimento delle rappresentazioni. Con l’Inferno siamo già alla terza edizione. Un grande successo nazionale e internazionale con importanti ricadute in termini economici sul territorio. Vi aspetto dunque tutti per vedere gli spettacoli e visitare le Gole e anche le bellezze di Motta Camastra».

Foto di Santo Consoli.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook