Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

"Curtigghiu", cala il sipario a Sant'Agata di Militello: pubblico in simbiosi con gli artisti

Tre giorni di intenso “curtigghiu” in un clima di grande festa tra le strade della città, sul palco e tra le mura del suggestivo Castello Gallego che ha accolto il fermento e l’arte del Festival Curtigghiu GallegoRock.

Una seconda edizione di successo riassunta dalle parole del suo direttore artistico Lello Analfino, poco dopo la conclusione:

“Eccomi a casa, ho lasciato Sant’Agata di Militello portandomi addosso il profumo dei sorrisi degli abbracci e della festa. Curtigghiu GallegoRock si è confermato un momento di aggregazione e di simbiosi totale tra il pubblico e gli artisti che ne diventano parte. Grazie agli artisti, persone che hanno trasmesso al pubblico il loro modo di essere in un tutt’uno con il luogo, regalando tre serate accoglienti e coinvolgenti. Quanta buona musica sul palco: dal rap trascinante e consapevole al pop romantico e d’avanguardia, fino all’eleganza rock e alla poesia delle chitarre d’autore".

In migliaia hanno affollato piazza Francesco Crispi e le zone limitrofe che accoglievano il Food Village, con una ricaduta economica importante sul territorio.

La festa di Curtigghiu è stata raccontata in tutta la Sicilia ai microfoni di RGS (Radio Giornale di Sicilia), anche quest’anno partner del Festival, un ringraziamento a Cinzia Gizzi, Riccardo Billeci e al team di lavoro di Gds Media.

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook