Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Il cuore grande dei messinesi, raccolta fondi per riportare a casa le salme dei ragazzi uccisi all'estero

Il cuore grande dei messinesi, raccolta fondi per riportare a casa le salme dei ragazzi uccisi all'estero

Il cuore grande dei messinesi. Oltre mille donazioni, raccolti più di 27mila euro (al momento), per il trasferimento delle salme e per la celebrazione dei funerali dei quattro ragazzi assassinati in due tragiche vicende all'estero - in Inghilterra e in Germania - che hanno gettato nello sconforto un'intera città a Natale: è una gara di solidarietà quella in corso sulla piattaforma gofundme.com, dove gli amici hanno lanciato le sottoscrizioni per sostenere i familiari delle giovani vittime.

Chi erano le vittime

Il messinese Christian Zoda aveva 23 anni. Di tre anni più piccola Sandra Quarta. Entrambi sono stati uccisi ad Albstadt, cittadina di 45 mila abitanti a circa 100 Km a sud di Stoccarda. Per il duplice omicidio è stato arrestato Michele Quarta, 52 anni, zio di Sandra.

In Inghilterra, invece, sono stati uccisi i fidanzati messinesi Nino Calabrò, 25 anni, e Francesca Di Dio, 20 anni. La ragazza aveva raggiunto il compagno - di professione croupier, a Thornaby, nello Yorkshire, dove viveva e lavorava. Per il duplice delitto è stato arrestato il coinquilino palermitano (21 anni) di Calabrò, Andrea Cardinale.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook