Domenica, 05 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, dopo i lavori alla condotta l'acqua torna in città con 24 ore di anticipo

Messina, dopo i lavori alla condotta l'acqua torna in città con 24 ore di anticipo

Come previsto dopo la conclusione anticipata dei lavori a Gravitelli, torna alla normalità l’erogazione idrica in città, un giorno prima rispetto alla tabella di marcia. Già ieri mattina erano state avviate le pompe di sollevamento per trasferire l'acqua dal serbatoio pilota di Montesanto a quello di Tremonti che "governa" la zona nord.

La distribuzione è poi partita gradualmente e stamattina la fase emergenziale può dirsi conclusa, tant’è che Comune e Amam hanno “liberato” le autobotti degli altri enti, che hanno supportato i quattro mezzi comunali. Il Coc rimane operativo, ma più che altro perché per la giornata di oggi è prevista un’allerta meteo di colore arancione. L’acqua torna regolarmente in tutte le case, ma resta confermata, a scopo precauzionale, la chiusura delle scuole prevista per domani.

Si sono così concluse alle ore 06,00 del 26 novembre, con congruo anticipo sul programma originario, le operazioni annunciate dal Comune di Messina, e da AMAM, per realizzare la sostituzione della condotta adduttrice che collega il Serbatoio Montesanto al serbatoio Tremonti.

Dopo le fasi di collaudo, e verifica della tenuta della condotta posta in pressione, sono state riavviate, nella serata di ieri fino alle prime ore della mattinata di oggi le erogazioni verso la zona nord della città.

Gli ulteriori controlli in campo hanno verificato che, alle ore 12,00 di oggi l’erogazione risulta regolare. Si possono cosi comunicare anche gli interventi effettuati mediante le autobotti che hanno prevenuto i disagi mitigando ogni criticità relativa ai lavori effettuati. Sono stati eseguiti 60 interventi presso strutture accreditate (ospedali, Rsa, etc), condomini ed altri siti registrando, al contempo, solo poche unità rifornimenti d’acqua presso i presidi ove sostavano le autobotti e significando che il piano di prevenzione e rifornimento ha funzionato perfettamente.

“Vogliamo ringraziare tutto il personale AMAM, il DG Salvo Puccio che ha coordinato brillantemente i lavoritutto il personale impegnato nelle attività di programmazione, progettazione e direzione lavori, i tecnici in campo, ed il personale a supporto, i volontari di protezione civile, il personale del COC comunale nonché ogni ente che ha messo a disposizione le proprie autobotti ed il proprio personale. Si, ringrazia, inoltre, Sua Eccellenza, il Prefetto di Messina, per il supporto di coordinamento effettuato. Queste attività dimostrano che una corretta pianificazione può mitigare i disservizi e le  criticità in contesti come quello in argomento – affermano il Presidente di AMAM, Loredana Bonasera, gli assessori alla Protezione Civile Massimo Minutoli ed ai servizi idrici Francesco Caminiti, ed il Sindaco Federico Basile – La sinergia tra istituzioni ha dimostrato, ancora una volta, come con l’aiuto di tutti è possibile affrontare problematiche importanti come quella appena superata senza evidenti difficoltà”. Di seguito i dati sugli interventi effettuati con le autobotti e l’elenco dei mezzi impiegati oltre le 4 di proprietà AMAM e Comune di Messina.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook