Martedì, 16 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, a Dinnammare per ammirare la bellezza degli abissi

Messina, a Dinnammare per ammirare la bellezza degli abissi

di

La fatica di un cammino che si snoda attraverso strade scoscese, fra soste e ripartenze, trasformandosi in gioia di rinascita alla prima luce dell’alba, giungendo in cima al monte, a 1127 metri d’altezza.
E come scritto sulla pagina del Collegamento nazionale Santuari, «Messina sarà sicuramente piena di bei posti dai quali ammirare i paesaggi che la terra e il mare ci offrono, ma quale posto migliore del monte Dinnammare per ammirare la bellezza degli abissi? Sembra, infatti, che il nome “Dinnammare” derivi dal termine latino “bimaris”, poiché dalla sua vetta è possibile avere la visuale del mar Jonio e del mar Tirreno, ammirare la città di Messina in tutta la sua grandezza e lo Stretto nella sua maestosità».
In cammino con Maria, da Larderia a Dinnammare, i devoti di ogni età hanno rivissuto l’esperienza del pellegrinaggio notturno, portando a spalla il quadro della Vergine col Bambino benedicente sostenuta da due delfini (una copia dell’opera realizzata dall’artista Michele Panebianco), fino al piazzale del santuario, in cima ai monti Peloritani.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook