Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Informazione e formazione: Academy per la Marina Militare alla Gazzetta del Sud

Informazione e formazione: Academy per la Marina Militare alla Gazzetta del Sud

di

Informazione di qualità e formazione, un binomio fondamentale che richiama la responsabilità di quanti operano nel giornalismo e nella comunicazione pubblica, chiamati a confrontarsi con un pubblico sempre più attento, nella necessità di conciliare le esigenze della narrazione giornalistica con quelle della comunicazione istituzionale. Una mission tra formazione e informazione che vede impegnata Società Editrice Sud in un costante dialogo con le istituzioni del territorio, con l’obiettivo di essere “presidio” di democrazia attraverso un dialogo credibile e responsabile. Da qui l’idea di una giornata di formazione nel campo della comunicazione per una delegazione della Marina militare nel polo aziendale di Gazzetta del Sud, che si è aperta questa mattina con la visita al centro stampa e alle redazioni del network - giornale cartaceo, sito web - e alla Tv RTP dove il capitano di fregata Antonio Tasca, responsabile dell'ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione Capo Sezione Inviati Stampa e Addestramento è stato intervistato dal caposervizio Rosario Pasciuto.

Le donne e gli uomini della Marina, che tra gli altri incarichi hanno o avranno quello di supporto per le attività di comunicazione, sono stati protagonisti in auditorium di un interessante dibattito sul valore dell’informazione e sulla responsabilità di chi ogni giorno racconta l’attualità, nell’ambito delle attività di Academy della Gazzetta del Sud coordinate dalla giornalista Natalia La Rosa, nel confronto con i colleghi della redazione di Cronaca, i vicecapiservizio Nuccio Anselmo e Antonio Siracusano, e con il caposervizio e responsabile della redazione digitale Mauro Cucè. In collegamento il benvenuto del presidente e direttore editoriale di Società Editrice Sud Lino Morgante, a Bologna per il meeting biennale di Ediland, la fiera dell’Editoria. All’incontro è intervenuto per un saluto anche l’ammiraglio Andrea Cottini, comandante marittimo della Sicilia, accompagnato dal capo nucleo Pubblica informazione di Marisicilia, capitano di corvetta Fabio Cacciatore, e dal comandante della base navale di Messina Marisuplog, il capitano di vascello Mario Giancarlo Lauria.

Una preziosa opportunità formativa per la Marina Militare, particolarmente interessata ad avviare una corretta attività di veicolazione all’esterno dei propri valori e delle proprie attività, come ha ribadito il capitano Tasca, “per crescere nella professione, curando al meglio gli aspetti etici della comunicazione”. Nel corso dell’incontro sono stati analizzati i vari aspetti della professione giornalistica, rispondendo ai quesiti posti dai presenti, soffermandosi in particolare sui requisiti di affidabilità di una testata professionale necessari per suscitare un reale interesse tra lettori e lettrici e determinarne la fidelizzazione. Dal rapporto di fiducia con le fonti, ai rischi di un “ruolo” spesso scomodo ma fondamentale nella lotta alla criminalità e alla mafia, per la possibilità di “favorire e sostenere le indagini”, all’exploit del settore digitale con la sfida vinta da Gazzetta del Sud nel conquistare seguito sul web trasferendo il brand di affidabilità del cartaceo. Sottolineata la necessità di scelte linguistiche corrette nella narrazione delle notizie, legata a codici deontologici precisi e soprattutto ad una verità da ricercare con “equilibrio, credibilità, curiosità”.

Nel pomeriggio la seconda parte dell’incontro con il contributo del prof. Marco Centorrino, docente di Sociologia della Comunicazione dell’Università di Messina, che ha delineato l’evoluzione della comunicazione delle pubbliche amministrazioni e tratteggiato la figura del “prosumer”, l’utente consumatore sempre più desideroso di divenire “produttore” di contenuti. Il direttore responsabile della Gazzetta del Sud, Alessandro Notarstefano ha concluso l’incontro, delineando l’organizzazione redazionale e le modalità di valutazione dei contenuti da pubblicare e soffermandosi sullo stile della comunicazione istituzionale e sulle caratteristiche necessarie perché possa suscitare l’interesse giornalistico, in una narrazione scevra da propaganda ma realmente finalizzata a realizzare – attraverso l’intermediazione degli organi di stampa - l’interesse generale alla conoscenza delle dinamiche e delle attività delle pubbliche amministrazioni. Il modulo formativo specialistico proseguirà alla base navale di Augusta dove venerdì saranno presenti tutti i nuclei di comunicazione.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook