Lunedì, 27 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Barcellona, una mina antiuomo ritrovata in mare a 5 metri dalla riva. Zona interdetta

Barcellona, una mina antiuomo ritrovata in mare a 5 metri dalla riva. Zona interdetta

Ritrovata in mare una mina antiuomo di fabbricazione italiana, risalente verosimilmente all'epoca del secondo conflitto mondiale, incastrata tra pietre e sabbia a circa 5 metri dalla battigia della spiaggia antistante il ponte che collega le frazioni balneari di Spinesante e Calderà. Ad effettuare la curiosa scoperta, a una profondità pari a 1 metro e mezzo, è stato l'appassionato di pesca e di escursioni subacquee Domenico Fugazzotto.

Ieri pomeriggio, il 49enne sportivo era impegnato in una delle sue consuete sessioni di snorkeling quando all'altezza del tratto di mare corrispondente alla foce del torrente Longano ha notato subito la mina. Da verificare se sia di quelle che un tempo venivano collocate a galla o se trattasi di mine di tipo Valmara. Allertata la Capitaneria di porto di Milazzo, giunta sul posto questa mattina, Fugazzotto ha effettuato foto e video con la sua telecamera professionale. Di riflesso, è stata avvertito anche il Comando della Polizia municipale, che ha sollecitato l'intervento degli artificieri di Augusta, atteso nel fine settimana. Nel frattempo, la zona è stata interdetta e delimitata dai divieti di avvicinamento con le due distinte ordinanze emesse dal Comune di Barcellona e dalla Capitaneria di porto di Milazzo.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook