Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Scuola appena ristrutturata a Malvagna, ma rischia di restare senza alunni

Scuola appena ristrutturata a Malvagna, ma rischia di restare senza alunni

"Evitiamo di fare chiudere le scuole nel nostro paesino". È l’appello del sindaco di Malvagna, Nino Panebianco, dopo che in questi giorni sono stati consegnati, dopo quattro anni, i lavori di ristrutturazione e adeguamento del locale e unico plesso scolastico.

Poco più di 600 abitanti, almeno sulla carta ma molti risiedono fuori, nel piccolo comune dove già la scuola secondaria di primo grado, l’ex scuola media per intenderci, non esiste più, non c'erano iscritti. "Abbiamo completato dei lavori che ci hanno restituito un edificio scolastico moderno e funzionale, ma rischiamo che da qui a poco resti senza alunni, inutilizzato. Speriamo poter evitare tutto ciò", ci dice il primo cittadino.

Al momento c'è la scuola dell’infanzia e la primaria, pochi alunni ma si riesce ancora ad evitare la soppressione. Colpa del calo demografico, dell’emigrazione in altre città, ma anche di alcune famiglie che hanno iscritto i propri bimbi nei plessi scolastici di comuni viciniori. Paesini che si svuotano e se chiudono le scuole è un segnale che scoraggia, che stronca ogni ipotesi di futuro.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook