Giovedì, 01 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, alla "Battisti-Foscolo" la visita della prefetta Di Stani nel giorno del ricordo delle vittime di mafia

Messina, alla "Battisti-Foscolo" la visita della prefetta Di Stani nel giorno del ricordo delle vittime di mafia

L’istituto Comprensivo Battisti-Foscolo dì Messina ha voluto vivere fortemente la giornata della Legalità che ricorre oggi. Tante attività sono state programmate per la giornata dai docenti F. Paladina e A. Riccio. La scuola diretta dalla dirigente A. Minniti ha avuto nella prima mattinata la visita della prefetta di Messina, dottoressa Cosima Dì Stani, che dopo un saluto a insegnati e bimbi più piccoli dell’istituto comprensivo si è intrattenuta con gli studenti dell’istituto nel grande cortile interno.

L’intervento della Prefetta è stato scandito da due brani musicali: l’inno d’Italia e l’inno alla gioia, preparati ed eseguiti dal coro e dall’orchestra, seguiti dai professori dì strumento della scuola. In rappresentanza della scuola primaria sono state recitate poesie e brani dai bambini dì terza primaria, mentre una lettera sulla legalità è stata letta da studenti in rappresentanza della scuola secondaria dì primo grado. Un momento introduttivo sulla giornata è stato tenuto dalla dirigente prima dì lasciare la parola alla Prefetta. La stessa si è intrattenuta su argomenti quali la legalità, la costituzione, i simboli e le ideologie, dispensando consigli per tutti gli alunni dai più piccoli ai più grandi. Dopo i saluti il presidente del consiglio di Istituto, Busà, ha consegnato a nome dell’intero istituto comprensivo, un omaggio simbolico, il primo piatto decorato con il logo della scuola, ideato e realizzato da uno dei ragazzi dell’istituto ed un dono floreale consegnato da due alunni della scuola secondaria dì primo grado, ha suggellato la fine dell’intervento che dopo i saluti dì rito e qualche foto, sua eccellenza ha lasciato la scuola con una frase per tutti i ragazzi: “Studiate ragazzi, perché la cultura rende liberi”.

Il secondo momento della giornata ha visto protagonista la Guardia dì Finanza, diretta dal maggiore Rotondo e dagli agenti del reparto Cinofilo. L’incontro con la Guardia dì Finanza, Diviso in due parti, ha visto protagonisti, nella prima parte, gli alunni delle terze e quarte della scuola Primaria, ai quali sono stati proiettati dei video e delle presentazioni, appositamente elaborati per loro, su vari argomenti attuali, quali la lotta al riciclaggio, la droga, le contraffazioni e le regole generali.

I bambini hanno dimostrato grande sensibilità e curiosità, relazionandosi con il maggiore e gli altri agenti presenti ai quali sono state rivolte numerose domande. Dopo aver esaudito la curiosità degli alunni, il maggiore Rotondo, insieme agli altri agenti della sezione Cinofila, ha dato luogo ad una dimostrazione in cortile, insieme ai loro cani è stato fatta una dimostrazione, per tutti gli alunni dell'istituto, sul loro lavoro e su come sono addestrati i cani antidroga. Anche qui la curiosità degli alunni non è venuta meno e tutti gli agenti sono stati chiamati a rispondere alle numerose domande degli alunni che nel frattempo. Il terzo momento della giornata ha visto gli alunni all’interno delle classi partecipare alle iniziative con l’associazione Libera, che per la giornata era in collegamento nazionale da Napoli. Dopo aver partecipato e condiviso l’esperienza i ragazzi hanno continuato nelle classi le attività previste e gli approfondimenti, come la lettura dei nomi dì tutte le vittime della mafia, soffermandosi più significativamente sulla figura di Graziella Campagna.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook