Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca La Messina Social City porta il Natale nei quartieri: bimbi in festa a Montepiselli

La Messina Social City porta il Natale nei quartieri: bimbi in festa a Montepiselli

Il suono della zampogna e il dolce canto dei bambini con le lanterne, i cappellini rossi e tanti dolcetti: per le strade di Montepiselli questo pomeriggio è stato In…Canto di Natale. L’iniziativa, promossa dalla Messina Social City, ha visto protagonisti i piccoli cantori del coro intergenerazionale di Casa Serena, progetto nato nell’ambito del servizio di assistenza Educativa domiciliare e territoriale, rivolto a minori soggetti a dispersione scolastica o che vivono disagi familiari.

Un omaggio al territorio, nell’ottica di quel percorso d’integrazione sociale che da tempo Casa Serena porta avanti, ha spiegato la capo area dell’educativa domiciliare Marisa Pisana, ideatrice del percorso intergenerazionale voluto dalla presidentessa della Messina Social City Valeria Asquini con il direttore generale Carmelo Sferro. A far festa per le strade con i bambini, anche gli educatori e gli animatori, che hanno stretto con loro un patto di fiducia particolarmente significativo.

Momento clou del pomeriggio itinerante, il concerto eseguito dal coro dinanzi alla chiesa del Santissimo Redentore, nella parte alta del rione. Diretti da Gabriele Silipigni, allievo del Conservatorio Corelli, con il coordinamento di Donata Lucà Trombetta che ha curato l’attività, i bambini hanno eseguito alcuni canti natalizi della tradizione, sotto gli sguardi ammirati dei passanti.

“Desideriamo valorizzare e promuovere la dimensione comunitaria che crea legame e unione anche tra le radici (gli anziani) e le ali (i bambini) di Montepiselli”, ha detto la Pisana che insieme al parroco della comunità S. Teresa del Bambino Gesù e cappellano di Casa Serena, don Giovanni Sturiale porta avanti un vero e proprio percorso formativo d’inclusione. Un grande lavoro di squadra quello dell’Educativa domiciliare (composta da 26 educatori, 5 psicologi, 5 pedagogiste, 10 animatori e 1 assistente sociale), che proseguirà nel 2022 con alcuni progetti specifici che coinvolgono le scuole del territorio e il gruppo Scout Agesci della parrocchia di S. Camillo.

Tra le prossime attività natalizie, il 23 a Casa Serena ci sarà lo scambio dei doni e il giorno di Natale il pranzo sociale organizzato con gli altri servizi territoriali, mentre il 30 dicembre la tradizionale Festa del Grazie.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook