Martedì, 25 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca A Messina la Carovana dello Sport Paralimpico, grande festa dell'inclusione

A Messina la Carovana dello Sport Paralimpico, grande festa dell'inclusione

di

Una grande festa dello sport a Messina dedicata ad adolescenti, ragazzi e giovani i quali con la loro grinta, l’audacia, la voglia di autodeterminarsi, sono la conferma che la disabilità è solo negli occhi di chi la vede. Si è svolta questo pomeriggio a piazza Duomo la Carovana dello Sport Paralimpico, manifestazione conclusiva delle iniziative dedicate alla Giornata internazionale della Disabilità che si celebra il 3 dicembre, organizzata dall’Università degli Studi di Messina, con il Comune, la Messina Social City e le delegazioni provinciali del Coni e del Comitato Paralimpico (Cip). Tantissimi i ragazzi e i giovani presenti, con atleti e istruttori, per accostarsi alle varie specialità sportive per le quali sono state allestiti vari settori di prova: dal calcio a 5, tennis, tennis tavolo e tiro con l’arco, alla canoa e canottaggio, pallacanestro e pallavolo, fino all’atletica leggera, il jazzercise e il powerlifting.

Testimonial d’eccezione dell’evento la campionessa europea di pallacanestro Simona Cascio e la medaglia d’oro di canottaggio Giovanni Ficarra, che con la loro presenza hanno voluto confermare la bellezza della diversità, racchiusa negli occhi felici di chi, grazie a questa iniziativa, ha assaporato il valore e la responsabilità di “fare squadra”. Sport e disabilità: un binomio fondamentale sul quale ancora c’è tanto da fare: in Italia i disabili motori che praticano un’attività sportiva sono solo il 20%, il restante 80% è costituito da disabili psichici o sensoriali; fra questi, inoltre, solo quelli con disabilità media o bassa, che manifestano particolari attitudini, proseguono l’attività paralimpica.

“Non è facile far accostare questi soggetti allo sport, spesso bisogna affrontare la diffidenza delle famiglie che non sono a conoscenza del nostro impegno”, ha dichiarato il delegato provinciale del Cip Francesco Giorgio. Pochi giorni fa sono state firmate due convenzioni con l’Asp e con l’IRCCS neurolesi, mentre da Gennaio 2022 partiranno dei progetti che coinvolgeranno le scuole del territorio (le prime ad aderire sono i comprensivi La Pira Gentiluomo, Pascoli Crispi e Catalfamo).

Particolarmente soddisfatta la delegata del rettore per la Disabilità e DSA Fiammetta Conforto, la quale ha ribadito l’attenzione dell’Università di Messina ai percorsi d’inclusione che “non possono prescindere dalla pratica dello Sport”; l’assessora alle politiche sociali del Comune Alessandra Calafiore si è detta felice di questa sinergia istituzionale che continua a mettere al centro i giovani e i disabili.

Anche l’arcivescovo Giovanni Accolla ha voluto manifestare la sua vicinanza a Comune e Università con un messaggio che la stessa Calafiore ha condiviso con tutti i presenti: “Riconoscere la bellezza della natura umana nella diversità attraverso percorsi d’inclusione e condivisione è un impegno che richiama le coscienze di ognuno di noi con persone, ma soprattutto come cristiani”. Alla manifestazione è intervenuto anche il presidente provinciale del Club Panathlon Club di Messina avvocato Nino La Rosa.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook