Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, il comando provinciale dei carabinieri ha avviato una serie di incontri sulla legalità - FOTO

Messina, il comando provinciale dei carabinieri ha avviato una serie di incontri sulla legalità - FOTO

Anche quest’anno, come di consueto, il comando provinciale di Messina ha avviato una serie di incontri finalizzato ad assicurare il contributo dell’Arma dei carabinieri alla formazione della Cultura della Legalità”, che saranno promossi dai comandanti delle 9 compagnie carabinieri - dipendenti dal comando provinciale di Messina - organizzando incontri didattici presso le scuole pubbliche presenti nelle rispettive giurisdizioni, da programmare:

  • con cadenza almeno bisettimanale per tutto l’anno scolastico (sino al mese di maggio p.v.);
  • con gli studenti delle scuole medie superiori e inferiori, nonché con i frequentatori delle 5^ classi delle scuole elementari di circa 200 istituti della provincia peloritana, con particolare riguardo a quelli più isolati e periferici;
  • valorizzando le aree tematiche indicate nelle linee guida emanate dal Comando Generale dell’Arma.

Gli ufficiali designati (Comandanti di Compagnia ovvero i Comandanti dei Nucleo Operativo e Radiomobile) tratteranno diversi argomenti relativi alla legalità, seguendo uno schema espositivo omogeneo, sulla base di una serie di note di linguaggio sviluppate dal Comando Generale dell’Arma, avvalendosi nella circostanza di una pattuglia di militari, collocata (1 autoradio o 2 motociclisti ove possibile) all’ingresso principale della Scuola, per tutta la durata dell’evento, con equipaggiamento completo, al fine di mostrare “in concreto” agli alunni i compiti del Carabiniere.

 Nel dettaglio l’incontro sarà volto dapprima ad un inquadramento generale dell'Arma dei Carabinieri e compiti istituzionali (in linea di massima il compito è assolto dalla proiezione del "filmato istituzionale" che fornisce indicazioni generali (suscettibili di approfondimenti, se richiesto in sede di dibattito finale) relative a:

  • struttura e compiti dell'Arma dei Carabinieri;
  • organizzazione Centrale;
  • organizzazione Addestrativa;
  • organizzazione Territoriale;
  • organizzazione Mobile e Speciale;
  • organizzazione per la tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare;

Successivamente l’incontro sarà incentrato sul tema della "Formazione alla Cultura della Legalità", riservandosi l'approfondimento (secondo esigenze/ richieste dei docenti ovvero degli studenti durante l'incontro) su temi quali: il reclutamento, l'educazione alla legalità ambientale, lo stalking e il femminicidio,  il bullismo, la sicurezza stradale, le sostanze stupefacenti, la protezione internazionale dell'Arma, i diritti umani e funzioni di polizia, la contraffazione e la proprietà industriale, l'accesso ad internet e i rischi connessi, gli interessi diffusi (sanità, igiene e sofisticazioni alimentari, ambiente, lavoro, patrimonio culturale), struttura e compiti dell’Arma, le investigazioni telematiche, nonché argomenti di attualità legati alla realtà locale.

Come ribadito dal Colonnello Marco Carletti, Comandante Provinciale Carabinieri di Messina, il progetto di voler contribuire ad avvicinare, attraverso un costante e costruttivo confronto, il mondo della Scuola e l’Arma dei Carabinieri,  è strategico non solo dal punto di vista di una maggiore efficacia dell’attività preventiva e repressiva - svolta quotidianamente dalle forze di polizia – soprattutto per lo scopo che si prefigge questa iniziativa ovvero quello di “far capire l’importanza di parlare con le Istituzioni cercando di infondere nei giovani la legalità, lo spirito civico, l’attenzione al territorio e all’ambiente, la comune, civile e pacifica convivenza, nonché il rispetto delle regole per la matura e partecipe condivisione di un percorso di crescita reciproca tra scuola e operatori della sicurezza.”

Si parla di bullismo e cybebullismo a Barcellona Pozzo di Gotto

Proseguono gli incontri sul bullismo e cyberbullismo tra gli studenti dell’Istituto Comprensivo “N.P. Balotta” di Barcellona P.G. e la locale Arma dei carabinieri. Infatti, già dal mese di ottobre, è operativo un progetto, fortemente voluto dal Dirigente Scolastico Prof. Luigi Genovese, indirizzato alle classi IV e V del citato istituto, volto all’approfondimento della tematica del bullismo tra i ragazzi.

Gli incontri, che hanno visto la presenza del Cap. Lorenzo Galizia, Comandante della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, sono dedicati principalmente all’esposizione delle caratteristiche delle dinamiche devianti ma soprattutto alla prevenzione di tali fenomeni. Nel mese di ottobre hanno partecipato agli incontri, le classi IV e V della Scuola Primaria del plesso “Salita Carmine” mentre lo scorso 11 Novembre l’incontro si è svolto per le classi V del plesso sito in Piazza Verga. Un momento didattico che ha visto la partecipazione di circa 135 alunni, seguiti dai rispettivi insegnanti e coordinati dalla Professoressa Ida Alba Plat referente della prevenzione del bullismo e del cyberbullismo. Nel corso delle lezioni, oltre all’esposizione delle principali caratteristiche del fenomeno, viene posto l’accento sui ruoli che assumono i ragazzi al manifestarsi di questa devianza, infatti, in aula, mediante giochi ed esempi pratici, viene esaminata la figura del bullo, dell’aiutante del bullo, della vittima e della cosiddetta “maggioranza silenziosa” ossia tutti quei coetanei che assistono agli episodi di bullismo ma non hanno modo di intervenire.

E’ proprio questo l’obiettivo degli incontri, far si che la maggioranza silenziosa sia una maggioranza attiva che possa interloquire con il mondo degli adulti affinché si possano conoscere e prevenire gli episodi di bullismo. Nel corso dell’esposizione, diversi bambini, seppur in tenera età, hanno affermato di aver subito comportamenti riconducibili a forme di bullismo. Il tema del bullismo è diventato anche un punto di partenza per poter parlare più in generale della cultura della legalità, insegnando ai più piccoli il rispetto del prossimo e dell’ambiente che li circonda. Gli incontri hanno dunque sortito una grande partecipazione da parte dei bambini che al termine hanno potuto rivolgere al Capitano domande più generiche circa il lavoro quotidiano dei carabinieri riuscendo ad avere risposta alla loro curiosità.

Il progetto proseguirà la prossima settimana presso il plesso “Pozzo Perla” dove a partecipare saranno i ragazzi delle classi IV e V. L’istituto comprensivo “N.P. Balotta” oltre a sviluppare questo laboratorio sta già programmando ulteriori incontri che possano coinvolgere i ragazzi più grandi anche in altri ambiti come la sicurezza sulle strade e la prevenzione all’assunzione di sostanze stupefacenti.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook