Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina, il “Seguenza” scopre la sua seconda sede. Per gli studenti bus speciali da sud e da nord

Messina, il “Seguenza” scopre la sua seconda sede. Per gli studenti bus speciali da sud e da nord

di

È suonata la prima campanella nella nuova sede del liceo Seguenza. La fase di assestamento dovrebbe proseguire nei prossimi giorni ma presto anche qualche nodo di ordine logistico sarà risolto.
Sono 21 le classi che sono state trasferite all’istituto delle Ancelle Riparatrici, una location che sposta il verso nord il baricentro della scuola più frequentata della città e che, soprattutto, riduce sensibilmente la crisi di spazi che attanagliava il liceo da almeno un decennio. Una volta concluso il contratto con i Padri Rogazionisti per la sede distaccata di Cristo Re, in piena fase pandemica, la Città Metropolitana si è attivata per trovare una location alternativa. L’accordo con le Sorelle delle Ancelle Riparatrici di viale Regina Elena è stato trovato in poco tempo, poi però tutto è stato rinviato all’inizio di questo anno scolastico perchè gran parte del secondo quadrimestre è stato svolto in didattica a distanza ed era uno spreco il pagamento di un affitto senza che nessuno ne usufruisse.

E ieri i primi 500 studenti del liceo Seguenza hanno fatto lezione nella loro nuova scuola. Sarà un triplo avvicendamento quello che avverrà da qui alla fine dell’anno, perchè ogni due mesi un terzo degli studenti andrà in via Regina Elena. Una rotazione che eviterà che siano sempre gli stessi ragazzi, e le rispettive famiglie, a subire il disagio di dover raggiungere una location lontana da quella centrale di via Sant’Agostino. Alcuni genitori hanno avuto di che lamentarsi per la distanza. Soprattutto quelli della zona sud che, oggettivamente, hanno bisogno di molto più tempo per il tragitto casa-scuola.

«Abbiamo attivato una interlocuzione molto proficua con Atm – dice la preside Lilia Leonardi – per realizzare un collegamento diretto che alleggerisca il peso del trasferimento». E ieri sera anche l’azienda trasporti ha programmato il servizio ad hoc. Gli autobus impiegati in un servizio specifico di navetta saranno, da domani, quattro. Partiranno tre da Giampilieri Marina alle 6,50 per “raccogliere” tutti i ragazzi della zona sud ( dovrebbero essere 110) e portarli nella nuova sede. Un altro bus dedicato partirà da Torre Faro alle 6,45, per l’area nord. «Il percorso ha spiegato il presidente Giuseppe Campagna – sarà quello della linea 1 shuttle ed una volta giunti sul viale Giostra proseguirà direttamente verso l'istituto delle Ancelle Riparatrici. Si tratta di corse aggiuntive delle quali possiamo disporre per via del perdurare dell’emergenza covid e saranno destinata esclusivamente agli studenti del “Seguenza” trasferiti nel nuovo plesso».
Nella nuova scuola, per la quale la ex Provincia paga un affitto mensile da 7 euro a metro quadro, attivati tre ingressi, quello sulla circonvallazione, quello in via Palermo e quello di via Torino dove però le auto posteggiate sul marciapiede sono un ostacolo. «È andata meglio del previsto – conclude la preside Leonardi –. Gli studenti e i docenti mi hanno dato buoni riscontri. Presto potremo trasferire dalla sede di viale Principe Umberto i laboratori di informatica, chimica e fisica. Con fondi che stiamo individuando, avremo anche quelli multimediali. La palestra è grande, e c’è un bello spazio esterno. Immagino di poter realizzare anche un punto ristoro».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook