Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Sinodo dei vescovi a Messina: comunione, partecipazione e missione. Ripartenza dal basso

Sinodo dei vescovi a Messina: comunione, partecipazione e missione. Ripartenza dal basso

di

Comunione, partecipazione e missione sono le parole chiave della fase diocesana della 16ma Assemblea ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal titolo “Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione”, aperta questa sera nell’arcidiocesi di Messina, Lipari, Santa Lucia del Mela, come in tutte le altre diocesi del mondo. Una “ripartenza dal basso”, che coinvolge in primis la gente: è questa la novità voluta da papa Francesco per un avvenimento senza precedenti che non si limiterà dunque a essere solo un’assemblea di pastori. Nella prima fase in particolare, fino all’aprile 2023, le singole comunità saranno chiamate a riflettere sui processi che possono aiutare la Chiesa di oggi a vivere la comunione aprendosi alla missione. “Un evento di grazia per tutti dunque - anche e soprattutto per chi sta ai margini, i poveri e gli esclusi di ogni categoria sociale - non un laboratorio d’idee né un’assemblea parlamentare organizzativa”, ha detto il vescovo ausiliare mons. Cesare Di Pietro nella riflessione iniziale, invitando i fedeli a “vivere questo cammino come tempo forte di preghiera e occasione di ascolto vicendevole, cuore del servizio”. Tanti i fedeli delle comunità diocesane presenti in Cattedrale con i parroci, i religiosi e le religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali e le autorità civili, militari e accademiche, per condividere questo momento con l’arcivescovo Giovanni Accolla, che ha presieduto la liturgia della Parola e il vescovo ausiliare. La seconda fase del Sinodo sarà continentale e recepirà gli spunti emersi “dal basso”; a chiudere l’intero processo, l’incontro dei vescovi nell’ottobre 2023 in Vaticano.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook