Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Messina ricorda "Don Minico" con una mostra di strumenti musicali

Messina ricorda "Don Minico" con una mostra di strumenti musicali

di

Sarà inaugurata sabato nel noto locale Don Minico, alla presenza del vicesindaco Carlotta Previti e dell'assessore alla Cultura Enzo Caruso, la mostra del liutaio Rosario Altadonna dedicata ai 70 anni dall'apertura. L'appuntamento sui Colli Sarrizzo è per le 11, nella sala “Tinchi Thè” del noto ristoratore Paolo Mazza, punto di riferimento enogastronomico. La mostra fa parte del cartellone di eventi per i 70 anni dall'apertura del locale che Don Minico, il promotore della pagnotta alla disgraziata, apprezzato in tutto il mondo. Appuntamenti che lo scorso anno, a causa del Covid 19, sono stati rimandati al 2021.

Si prospetta una giornata all'insegna della cultura, della musica, della memoria e della riscoperta del patrimonio del territorio. Rosario Altadonna è un costruttore-suonatore di “friscalettu”, zampogna a paro, flauto a paro, bifara, tamburi a cornice, maranzani e strumenti a fiato popolari provenienti da ogni parte del mondo.

«Un museo di strumenti - ha dichiarato l'artista - è un museo di pezzi così preziosi che solitamente non si possono toccare né suonare. Io provo a ricostruirli e spesso riesco anche a farli suonare. È il caso della bifara, sparita negli anni Trenta: sono riuscito a farla risuonare e da qualche tempo è particolarmente richiesta. La mia curiosità e la passione hanno ridato vita a questi strumenti».

La mostra sarà visitabile fino al 17 luglio 

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook