Martedì, 11 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Vaccini, ripartito l'open week end a Messina. A Milazzo arrivato J&J. LA DIRETTA

Vaccini, ripartito l'open week end a Messina. A Milazzo arrivato J&J. LA DIRETTA

Oggi inizia weekend negli hub vaccinali per Astrazeneca senza prenotazioni. Gli over 80 e over 60 che appartengono a categorie a elevata criticità possono recarsi all'hub della Fiera di Messina senza prenotazioni, ma con certificati medici per fare Pfizer e Moderna. Sono stati realizzati sull'asfalto degli indicatori per il distanziamento e due corridoi transennati che conducono ai padiglioni: una corsia è stata dedicata ai prenotati e l'altra ai non prenotati. Intanto oggi sono arrivate a Milazzo le prime 1.850 dosi di Johnson & Johnson. Poi verranno smistate a Messina.

Nello scorso fine settimana però l’operazione “free AstraZeneca” non ha avuto chissà quale successo. Solo 1300 dosi somministrate in tutta la provincia, nelle sei postazioni attivate. In città, nell’hub in Fiera, l’unico aperto per questa iniziativa per la campagna che parte oggi, il dato si fermò a quota 400. Di certo non mancano le dosi disponibili, a cominciare da quelle AstraZeneca. Facendo un paio di conti, dovrebbero essere almeno 7000 quelle conservate nei freezer di tutti i presidi ospedalieri della provincia. Scorte che lasciano più che tranquilli in vista della quattro giorni che inizia oggi, ma rischiano di rimanere presso che intatte alla luce dell’andamento di questi giorni.
Per esempio, in Fiera, ieri per il vaccino anglo svedese si sono presentate solo 30 persone. E questo secondo un trend oramai consolidato da tempo. Difficile immaginare che la campagna “vaccini senza prenotazione” possa stravolgere il rapporto di fiducia fra i messinesi e AstraZeneca. Quanto invece all’opzione Pfizer, le incognite sono certamente di più perchè comunque si tratta di una iniziativa nuova, e perché il “richiamo” delle vaccinazioni per gli over 80 e per i fragili over 60 è ancora piuttosto serrato.
Ieri per esempio, sempre in Fiera, nell’hub principale della provincia, sono state iniettate 435 dosi di Pfizer, sulle 471 complessive (6 i Moderna). Anche per il vaccino americano ci dovrebbero essere scorte a sufficienza, visto che ieri sono state consegnate fiale per un equivalente di 12.000 dosi.

I numeri dal 27 dicembre

Da qualche giorno in provincia si viaggia al ritmo di 2300 vaccinazioni al giorno in tutti centri attivati. Con questo ritmo, senza altre dosi e senza l’apertura ad altre fasce d’età, i tempi per il raggiungimento dell’immunizzazione generale si allungherebbero parecchio. Ma a che punto è arrivata la campagna vaccinale nella provincia peloritana? Quanto manca per arrivare ad una copertura tranquillizzante dei 630.000 abitanti? Partiamo da un dato. Secondo le cifre fornite quotidianamente dall’ufficio del Commissario per l’emergenza Covid di Messina, dal 27 dicembre sarebbero state somministrate 142.058 dosi. A Pasqua erano 107.000 circa. Dunque sono stati 35.000 quelli inoculati nelle ultime due settimane abbondanti. Lo stop all’immunizzazione di docenti e forze dell’ordine voluta dal commissario nazionale Figliuolo per dare priorità alle categorie più fragili, ha sicuramente rallentato la crescita che era attesa per questa fase. All’interno di queste queste 142.000 dosi finora somministrate, ci sono anche le seconde inoculazioni, quelle che devono essere effettuate entro tre settimane ( o giù di lì) a chi ha avuto Pfizer e Moderna. Almeno il 40% degli “shot” è stato quello destinato al richiamo e quindi si può calcolare, a spanne, che le persone vaccinate, almeno una o volta, in provincia di Messina siano circa 85.000. Un dato, questo, tutto da verificare ma verosimile e che consegnerebbe alle statistiche il dato del 13% della popolazione vaccinata.
Il dettaglio sulla tipologia di vaccini somministrati in provincia disegna la schiacciante maggioranza di Pfizer.
Sui 142.058 sieri somministrati il 77% è stato del preparato americano (sono oltre 109.000). Si è fermata a quota 21.400 AstraZeneca ( 15%) e chiude Moderna con una quota solo dell’8% (11.461).

I contagi di ieri

I dati della giornata di ieri sui contagiati modificano lievemente il trend dell’ultima settimana. In provincia in lieve calo il conto complessivo: sono 2099, sei in meno del giorno precedente. 98 i nuovi contagiati. In città, invece, il calo è un po’ più sensibile. Dai 680 di positivi di due giorni fa, ai 659 di ieri. È la prima volta, da dieci giorni a questa parte, che che c’è un flessione. Sono invece 36 i nuovi positivi registrati in città.

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook