Venerdì, 20 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo

Folla a Sant'Agata per l'ultimo saluto a Vinci, l'imprenditore morto in barca in Croazia - Foto

di

Un migliaio di persone hanno partecipato ieri pomeriggio, al Duomo di Sant’Agata Militello, ai funerali di Eugenio Vinci, l’amministratore delegato di 57 anni del gruppo alimentare “Tuodì”, deceduto la scorsa settimana in Croazia, per intossicazione da monossido di carbonio, sul caicco “Atlantia” a bordo del quale l’imprenditore, insieme alla compagna Manuela Fiasconaro, al figlio e alla figlia della stessa compagna, stavano trascorrendo una vacanza in Dalmazia insieme ad altri amici di Sant’Agata Militello tra i quali il sindaco Bruno Mancuso.

Il feretro, giunto nel centro santagatese lunedì, è rimasto esposto da stamane ed è stato meta di numerosi amici e conoscenti dell’apprezzato manager. Le esequie funebri sono state officiate dall’Arciprete Daniele Collovà con l’ausilio di padre Gaetano Franchina e altri sacerdoti. Al termine, dopo la benedizione della salma, hanno parlato ricordandone la figura le figlie Federica e Ludovica (avute dal primo matrimonio) e il fratello, dott. Sergio Vinci. Un lungo corteo ha poi accompagnato Eugenio Vinci per l’ultimo viaggio prima della tumulazione al cimitero comunale.

Intanto migliorano sempre più le condizioni della ragazzina di 11 anni, figlia del primo marito della compagna di Vinci e restano sotto osservazione le condizioni del figlio di 4 anni nato dal rapporto tra Vinci e Manuela Fiasconaro. I due bambini saranno trasportati quanto prima all’ospedale pediatrico “Bambino Gesù” di Roma.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook