Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo

Eruzione dello Stromboli, il grido d'aiuto di Ginostra dopo la devastazione - Foto

di

«Sarò a Ginostra nei prossimi giorni per verificare di persona quello che è necessario fare e che non è stato fatto negli anni passati. Servono interventi a breve e a medio termine, legati non solo alla recente attività del vulcano».

Lo ha annunciato il presidente della Regione, Nello Musumeci, al quale, proprio ieri, aveva inoltrato una “lettera aperta” il ginostrese Gianluca Giuffrè. «Dopo la forte esplosione dello Stromboli dei giorni scorsi - ha scritto - ci siamo rimboccati le maniche e, con l'aiuto di tanti volontari, siamo riusciti a rimetterci in piedi e a ricominciare la vita di tutti i giorni. Siamo pronti ad accogliere i turisti ma Ginostra è ferita nell'anima e nel corpo ed oggi, più che mai, ha bisogno del suo intervento. Il fatto che Ginostra e non Stromboli (dove non è successo nulla) si sia rimessa in piedi non significa che non abbia bisogno di aiuto, di fatti concreti».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola. 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook