Lunedì, 17 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo

Messina, vandalizzato il murale allo stabilimento Miscela d'Oro: cancellati i riferimenti a migranti e Africa

Non è passato neppure un mese da quando Michela De Domenico, architetto e fumettista, ha concluso l’intervento di restauro del murale realizzato circa 3 anni fa su una parete esterna dello stabilimento di Miscela d’Oro a Messina, in occasione dei 70 anni dell’azienda. L’azione dei vandali non si è fatta attendere e nei giorni scorsi il lavoro è stato deturpato: cancellati con della vernice nera il volto che campeggiava nel murale, la donna incinta e una barca carica di migranti. Ieri, sui social, le parole di rabbia e amarezza dell’artista che adesso spera in una risposta collettiva.

«Avevo ultimato ad inizio dicembre l’intervento di ripristino del murale, nato come omaggio a chi parte dall’Africa, terra in cui si produce anche il caffè, in cerca di un futuro migliore – ha spiegato Michela De Domenico – Dopo il primo atto di vandalismo mi è stato chiesto di rispristinare il lavoro. Per la seconda versione ho aggiunto la scritta “Mamma Africa”, in riferimento alla donna incinta, che ho chiamato Aisha».

I vandali, non apprezzando il messaggio, si sono accaniti principalmente su questi interventi rispondendo quindi provando a cancellare sui muri parole e colori. «Ho deciso di rendere pubblico l’atto di vandalismo perché credo non debba passare sotto silenzio. Mentre lavoravo al ripristino del murale tanta gente che passava lì davanti mi ha ringraziato – ha detto Michela De Domenico – certamente servirebbe una telecamera, ma la mia speranza ora è che la risposta non sia solo la mia, con un eventuale terzo intervento di sistemazione, ma arrivi dalla collettività».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook