Giovedì, 17 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Cibi avariati e locali inagibili a Messina, le immagini dei blitz della polizia

di

Esercizi commerciali senza i più basilari requisiti di igienicità, con contenitori dell'immondizia scoperti a breve distanza dal cibo venduto ai clienti. C'è anche questo nel “resoconto” settimanale dell'operazione “Quartieri sicuri” della Polizia di Stato, con un bilancio rappresentato da multe per oltre 16 mila euro, tre persone denunciate e una arrestata.

I poliziotti delle Volanti, affiancati dalla sezione Annona della polizia municipale e dai tecnici della prevenzione del Sian (Sistema informativo agricolo nazionale), si sono concentrati in particolare sugli esercizi commerciali della zona centro sud della città, sia sotto il profilo amministrativo che sotto quello igienico sanitario. Due di questi sono risultati non a norma. Nel dettaglio, una gastronomia è risultata priva della Scia, dei requisiti generali in materia d’igiene, delle chiusure dei contenitori raccolta rifiuti. Un ristorante-pizzeria, invece, oltre a non indicare gli ingredienti dei prodotti venduti, ad avere il bagno destinato ai disabili inagibile, a non formare il personale, risultava carente di basilari requisiti in materia d’igiene, avendo anch’esso i contenitori di raccolta rifiuti non coperti, mancando delle procedure di rintracciabilità degli alimenti e avendo modificato la destinazione dell’ambiente.

I controlli hanno interessato anche altre attività: ad esempio una ditta di riparazione ciclomotori e motoveicoli, i cui locali apparivano in pessime condizioni. Apparecchiature ed attrezzature alla rinfusa, stesso discorso per ricambi, oli, vernici e liquidi industriali. Da ulteriori approfondimenti, inoltre, è venuto fuori che la Camera di Commercio, per mancanza dei requisiti, aveva inibito al titolare la prosecuzione dell’attività professionale di meccanico, esercitata dunque abusivamente. I poliziotti lo hanno così denunciato e hanno sottoposto a sequestro il locale. Su altri fronti, due persone sono state denunciate a piede libero, una per appropriazione indebita, l’altra per furto. E' stato poi arrestato per detenzione ai fini di spaccio un ragazzo di 22 anni, Gabriele Ferro.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook