Venerdì, 03 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Messina, Raciti accetta l’incarico. Sarà lui a provare il “miracolo” bis

Messina, Raciti accetta l’incarico. Sarà lui a provare il “miracolo” bis

di

Il Messina ha ufficializzato il ritorno di Ezio Raciti nella veste di allenatore della prima squadra. Sostituisce Gaetano Auteri che si era dimesso alla vigilia dlel'ultima sfida in trasferta contro il Crotone. L'allenatore catanese, già lo scorso anno protagonista della cavalcata verso la salvezza in serie C, guiderà la squadra giallorossa avvalendosi della collaborazione di Daniele Cinelli. Mister Raciti ha già diretto il primo allenamento, questa mattina, al Celeste. Sarà lui, venerdì mattina a sedere in conferenza stampa per la presentazione della partita tra Messina e Virtus Francavilla. Il Messina è attualmente ultimo in classifica con 11 punti, 4 in meno della Fidelis Andria che è penultima.

Radiomercato

Radiomercato, intanto, parla di un possibile ritorno a Taranto (rossoblù ad un passo dall’ingaggio dell’attaccante Simone Rossetti) dell’esterno Leandro Versienti, uno dei calciatori meno deludenti, anche se frenato da qualche acciacco fisico di troppo. Messina che ha effettuato un sondaggio per l’esperto difensore Toni Markic, in uscita dal Foggia.
La squadra si sta allenando al “Celeste”. Fazzi e Angileri stanno svolgendo terapie, mentre il resto del gruppo, Camilleri compreso, lavora agli ordini di Cinelli. La svolta tanto auspicata, insomma, non ha preso forma e i giorni scorrono inesorabili. Sembra di rivedere il solito film, il cui lieto fine, però, è tutt’altro che scontato.
Sabato pomeriggio arriverà la Virtus Francavilla (ore 14.30, dirigerà Maria Marotta di Sapri, assistenti saranno Francesco Collu di Oristano e Nicolò Moroni di Treviglio). I pugliesi, allenati da Antonio Calabro, occupano la tredicesima posizione in classifica con 25 punti, 14 in più dei giallorossi e 4 in più del Monterosi, formazione che chiude la zona playout. In trasferta, la Virtus, ha ottenuto solo due punti (pari a Torre del Greco e a Potenza), perdendo ben 8 dei 10 match sin qui disputati. All’andata, ai biancazzurri, fu sufficiente un gol su calcio di rigore di Patierno, che spiazzò Daga, per conquistare i tre punti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook