Lunedì, 17 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Messina, saranno solo innesti mirati. Probabile l'addio anche di Vukusic
SERIE C

Messina, saranno solo innesti mirati. Probabile l'addio anche di Vukusic

di
Rescinde il professore Alessandro Innocenti, il nuovo preparatore è Delfio Ristuccia

Il Messina che ha scelto la strada della continuità per concludere il campionato, è tornato in campo ieri pomeriggio dopo la prima sessione di Capodanno. La squadra ha svolto una doppia seduta di allenamento orientata al richiamo della preparazione atletica. Lavoro senza palla in mattinata, pomeriggio allenamento in campo.

A coordinare le operazioni, il tandem composto da Ezio Raciti e Daniele Cinelli, tecnici ai quali la società si è affidata dopo l'esonero di Ezio Capuano, ritrovando equilibrio e anche punti in classifica, precisamente quattro in due partite. Doveva essere una soluzione “tampone”, in attesa di una nuova svolta, ma alla fine il ritorno di Raffaele Novelli non si è concretizzato per l'assenza di alcune condizioni imposte dall'allenatore, così i vertici del club hanno preferito andare avanti promuovendo definitivamente l'ex trainer della Primavera 4 e l'ex vice di Sasà Sullo. Quest'ultimo ha scelto di accettare la proposta della società di proseguire il rapporto, al pari del preparatore dei portieri Marco Onorati, entrambi già operativi dalla scorsa estate. Chi invece ha optato per il divorzio è il professore Alessandro Innocenti, con il quale il Messina ha esercitato la risoluzione consensuale del contratto. Come anticipato ieri, la novità nello staff tecnico giunge proprio in questa “casella”. A prendere il posto dell'ex collaboratore di Giampiero Ventura al Torino e in Nazionale, è Delfio Ristuccia, negli ultimi anni a lavoro con società militanti nel massimo campionato degli Emirati Arabi, e che inoltre vanta esperienze con Siracusa, Biancavilla e Troina.

Nessuna fretta sul mercato, anche perché, considerata l'emergenza Covid, sarà una sessione invernale molto particolare, con le società prudenti e attente a non rimanere “scoperte” per via delle positività al virus in cui potrebbero incappare. I roster non verranno svuotati, chi ha elementi validi vi rinuncerà a fatica, dunque occorre calibrare bene le operazioni per non sbagliare, cercando occasioni reali. Nonostante una classifica ancora preoccupante, in casa peloritana non ci saranno rivoluzioni ma solo ritocchi. Tante uscite, quanto entrate. Tre o quattro, lo stesso se saranno cinque i posti da rimpinguare in lista.

In partenza ci sono Sarzi e Morelli, ciò evidentemente significa che qualcosa sulle fasce verrà fatto, seppur Goncalves e Rondinella, in attesa del rientro di Fazzi, abbiano dimostrato di essere all'altezza e Raciti crede molto nei “pupilli” della Primavera.

Probabile l'addio anche di Vukusic, che ha un ingaggio pesante e ha reso al di sotto delle aspettative pur senza mai lesinare impegno. Intoccabile Adorante, abile in zona gol e bravo nel sacrificio. Al suo fianco il primo candidato è Balde, ma dopo il gol della vittoria contro la Paganese cerca maggiore spazio anche Busatto: un altro di quelli, come Marginean, Fantoni o il già citato Rondinella, impiegati con il contagocce in questi mesi ma che può dare un contributo prezioso se in fiducia. Basti ricordare che la scorsa stagione, nella Primavera del Vicenza, ha totalizzato 11 gol e 5 assist in 22 presenze. A testimonianza di un potenziale che c'è. Senza dimenticare Russo e Catania, un tassello nel reparto potrebbe comunque essere inserito. Il “bonus Matese” potrebbe valere un'occasione in difesa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook