Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Messina costruisce ma non concretizza a Castellammare. E poi viene anche punito
SERIE C

Il Messina costruisce ma non concretizza a Castellammare. E poi viene anche punito

JUVE STABIA-MESSINA 1-0

MARCATORE: st 15' Stoppa.

JUVE STABIA (4-3-3): Sarri 6.5; Donati 5.5 Tonucci 5.5 Cinaglia 6 Rizzo 6; Scaccabarozzi 6 Squizzato 5.5 (36' pt Davì 6) Altobelli 5.5 (9' st Stoppa 6.5); Bentivegna 5.5 (36' st Caldore ng) Eusepi 6 (36' st Della Pietra ng) Panico 5.5. A disp.: Russo, Todisco, Berardocco, Guarracino, Lipari, Troest, Esposito, Evacuo. All.: Sottili 7.

MESSINA (3-5-2): Lewandowski 6; Fazzi 6 Carillo 6 Mikulic 5.5; Morelli 6 (21' st Da Silva 6) Catania 6 (9' st Konate 5.5) Damian 5.5 (1' st Fofana 6) Simonetti 5.5 (21' st Balde Balde 6.5) Sarzi Puttini 6 (28' st Russo ng); Adorante 5.5 Vukusic 6. A disp.: Fusco, Fantoni, Di Stefano, Busatto, Celic, Rondinella, Marginean. All.: Capuano 6. Arbitro: Nicolini di Brescia 6. Guardalinee: Zanellati e Piatti.

Note: Spettatori circa 1500. Ammoniti Fazzi, Squizzato, Altobelli, Davì, Konate, Sarzi Puttini per gioco scorretto. Angoli 4 – 2 per la Juve Stabia. Recupero tempo: pt 2' e st 4'.

Missione sorpasso fallita. Il Messina torna a casa a mani vuote quasi senza sapere come, dopo una gara che ha visto i siciliani per lunghi tratti autorevoli protagonisti. A gelare la squadra di Capuano, la rete con cui Stoppa, al quindicesimo della ripresa, consegna alla Juve Stabia la prima vittoria casalinga in campionato.

Le occasioni migliori le ha  il Messina, che crea scompiglio nell'area di Sarri con due calci piazzati ben battuti. Decisamente più concreto il pericolo che Vukusic porta ai pali di Sarri sparando però largo da buona posizione. A far tremare, davvero, i campani poco dopo è Cinaglia, che svirgola il rinvio difensivo indirizzandolo verso la sua porta e costringendo Sarri alla grande parata. Con la Juve Stabia che non sembra in grado di creare grattacapi concreti, il Messina prende coraggio fino quasi a trovare il vantaggio. Una disattenzione plateale di Tonucci, in apertura di ripresa, spiana la strada ad Adorante, che perde lucidità proprio al momento della conclusione, troppo morbida per le mani di Sarri. Sembra il preludio al vantaggio della squadra di Capuano ma a sorpresa al quarto d'ora della ripresa la Juve Stabia passa alla prima vera occasione: è Stoppa a sfruttare la carambola innescata da Eusepi in area di rigore ed a sorprendere Lewandowski con un preciso diagonale.

Colpito nel momento migliore dei suoi, Capuano manda in campo Balde Balde, che già in Coppa Italia con la sua velocità aveva punito la Juve Stabia ma a sfiorare la rete del pari è Carillo, che svetta su calcio piazzato trovando però la grande risposta di Sarri. Poco dopo il portiere campano si ripete sulla grande giocata, neanche a dirlo, di Balde Balde, che fa partire una staffilata dopo aver saltato due avversari. E' l'ultimo sussulto per i campani che, nonostante un finale di gara vissuto in piena sofferenza, riescono a superare di misura il Messina. Per gli uomini di Capuano un risultato che brucia ma che non intacca i progressi del nuovo corso iniziato due settimane fa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook