Giovedì, 24 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Sant'Agata si complica la vita. Acr: solo l'ultimo sforzo. Fc con guai d'attacco
SERIE D

Il Sant'Agata si complica la vita. Acr: solo l'ultimo sforzo. Fc con guai d'attacco

di

Si va verso la volata finale in Serie D. Con la sconfitta di ieri del Sant'Agata in casa del Santa Maria Cilento, si è finalmente allineata la classifica con la disputa di tutti i recuperi delle gare non disputate per Covid. I biancazzurri di Giampà cadono ancora in trasferta: nessuna vittoria in questa stagione. Stavolta si arrendono per 2-0 al “Carrano”, contro la Polisportiva nella gara valevole per la 31esima giornata, e non riescono così ad allontanarsi dalla zona retrocessione: sempre +3 sul Marina di Ragusa, con gli scontri diretti a favore. Ma a tre giornate dalla fine, fallito l'ennesimo match ball per chiudere anticipatamente il discorso salvezza. E domenica all'orizzonte un autentico spareggio contro il Rende.

In cima, mancano cinque punti da spalmare su tre partite all'Acr Messina per fare festa senza pensare ai risultati degli altri campi. Un traguardo alla portata ma per il quale servirà concentrazione massima nel gruppo giallorosso, per evitare di vanificare quanto di strepitoso costruito durante un campionato infinito e dispendioso. Domenica trasferta a Licata contro una squadra che torna ad abbracciare il proprio pubblico e non vorrà fare cattiva figura davanti alla prima della classe. Nello scorso week end, mister Novelli ha impostato il lavoro come settimana “tipo”: sabato rifinitura, domenica partita in famiglia su novanta minuti per testare la condizione dei suoi ragazzi. Oggi, invece, sgambata infrasettimanale per iniziare a testare nel concreto moduli e formazione. Il tecnico è stato chiarissimo: non accetta cali di tensione e si aspetta molto sul piano dell'approccio alla partita dopo la partenza “diesel” di Troina. Fondamentale tenere botta e partire bene, per portare a casa i primi tre punti fondamentali nel rush conclusivo verso il salto di categoria.

In casa Fc Messina, invece, mister Massimo Costantino che attende il Castrovillari al “Franco Scoglio” sta studiando le soluzioni migliori per l'attacco. Quasi fuori dai giochi Piccioni, in forte dubbio Caballero, va trovata la soluzione giusto per mantenere alto il livello di competitività offensiva in una squadra che, anche in zona gol, ha i centrocampisti come migliori realizzatori. Si punterà su Bevis (certo del posto) e Carbonaro (recuperato ma non al 100%), con Coria trequartista a supporto. A centrocampo agirà Arena come mezzala under, l'intoccabile Lodi play con ballottaggio Marchetti-Palma per l'ultima maglia (Agnelli squalificato).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook