Mercoledì, 14 Novembre 2018
CALCIO

Messina per l'allungo,
CdM per consolidare
posto nei play-off

Il confronto in testa alla classifica si arricchirà domenica prossima di un capitolo importante. Il Messina sull’onda lunga di 4 vittorie consecutive cercherà ad Agropoli di aumentare il divario di tre punti dal Cosenza, impegnato a Noto e privo per squalifica del capocannoniere del girone Manolo Mosciaro, fermato dal giudice sportivo dopo l’ammonizione, la quarta, rimediata nel match casalingo con l’Acireale. I peloritani si ritroveranno di fronte un avversario completamente diverso rispetto a quello, forte, affrontato all’andata e battuto da un gol all’ultimo respiro del portoghese Pedro Ferreira. L’Agropoli non è riuscito a rimanere nella parte alta della classifica e la società, come spesso avviene in serie D, ha deciso di abbassare i costi di gestione, lasciando liberi i calciatori con i contratti più onerosi tra cui Toscano, Sekkoum, Carotenuto e Calabuig. Dopo otto partite senza vittorie, la squadra di Delli Santi, prima della recente sconfitta di Licata, era, però, uscita dal vortice negativo con due vittorie casalinghe con Sambiase e Pro Cavese e adesso si trova ai margini superiori della zona play-out. Il Messina ha, quindi, l’obbligo di non sottovalutare l’impegno e cercare di aggiungere un’altra vittoria alla sua brillante classifica. Per Catalano l’unica incognita è rappresentata dalle condizioni di Chiavaro, uscito per un problema muscolare nella gara con il Noto e sostituito degnamente da Cucinotta.Intanto parte della squadra è intervenuta ieri sera all’inaugurazione del club Ultras 1990 di Via Marco Polo. Un ulteriore segnale del ritrovato entusiasmo dettato dagli straordinari risultati ottenuti finora dalla società della famiglia Lo Monaco.
Al lavoro anche il Città di Messina, reduce da una striscia di cinque risultati utili consecutivi, attesa domenica dalla Pro Cavese, fermata dal maltempo nella partita casalinga con il Ribera. La formazione di Rando vuole accorciare le distanze dalla terza posizione occupata dalla Gelbison, adesso a 4 punti. La società giallorossa spera in uno sconto di pena per Tiscione, appiedato per turni dopo l’espulsione rimediata con la Vibonese. Difficile che il ricorso venga accolto, in ogni caso il Città di Messina sa di poter contare su Saraniti e Citro, decisivi contro il Sambiase. In dubbio Bongiovanni che non ha riportato lesioni dopo l’infortunio al D’Ippolito.
La società peloritana sta, intanto, lavorando presso le istituzioni competenti per aumentare la capienza del Giovanni Celeste in vista del derby del prossimo 3 febbraio. Previsti altri incontri con la commissione di vigilanza per superare il problema. Allo stato sono 2000 i posti disponibili, pochi per accogliere tutte le richieste.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X