Martedì, 04 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società "Leave DeSign", alla ministra Carfagna un premio per l'impegno sulle baracche di Messina
IL RICONOSCIMENTO

"Leave DeSign", alla ministra Carfagna un premio per l'impegno sulle baracche di Messina

La parlamentare Mara Carfagna è stata premiata “per l’attività in favore dei più vulnerabili”: dalla legge sul reato di stalking al progetto di bonifica delle baraccopoli di Messina.

Splendida serata a Milano, in occasione del ‘Leave DeSign’, l’evento organizzato dall’organizzazione no profit Robert F. Kennedy Human Rights Italia. Sul palco sono saliti molti personaggi noti, tra cui anche il generale Francesco Paolo Figliuolo, per il suo contributo umano e professionale alla tutela per il diritto alla salute.

Accanto a lui, anche i campioni olimpici e paralimpici, che con le loro storie hanno acceso l'entusiasmo di tutti gli italiani e soprattutto della Sicilia. Considerando che molti di loro hanno radici sicule. Tra di essi sono stati premiati Filippo Tortu, oro nella 4×100, Luigi Busà, di Avola, oro nel kumite alle Olimpiadi di Tokyo, e la gelese Monica Contrafatto, che ha guadagnato la medaglia di bronzo nei 100 metri alle Paralimpiadi di Tokyo, emozionando gli sportivi siciliani e non solo. La motivazione dei riconoscimenti è il segno lasciato dagli atleti durante il periodo della pandemia.

Durante la serata, sono stati messi all’asta 35 pezzi di design grazie a Cristiano De Lorenzo, direttore di Christie’s, partner della serata insieme alla rivista ‘Interni’. Hanno ricevuto applausi e premi anche l’ambasciatrice italiana negli Stati Uniti Mariangela Zappia, per il suo lavoro per la parità di genere alle Nazioni Unite, e la parlamentare Mara Carfagna, “per l’attività in favore dei più vulnerabili”, dalla legge sul reato di stalking al progetto di bonifica delle baraccopoli di Messina.

Presente Kerry Kennedy, settima figlia del senatore Robert Kennedy, e presidente onoraria di ‘Rfk’, insieme a Stefano Lucchini, presidente dell’Associazione Human Rights Italia. L’evento è stato presentato dall’attore Neri Marcorè.

I fondi raccolti sono stati destinati ai tre programmi del Robert F. Kennedy Human Rights Italia: educazione civica e diritti umani “CivicAttiva”, presente nelle scuole e nelle università italiane, e che ogni anno coinvolge docenti studenti, inclusione socio-lavorativa di migranti, rifugiati e richiedenti asilo, e persone in stato di vulnerabilità “Bobby’s Dream”, elaborato in collaborazione con altre organizzazioni, “Community”, che sostiene le comunità toscana e lombarda provate duramente dalla pandemia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook