Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL FISICO

"Usare le onde dello Stretto": Giovanni, il figlio di un nostromo che studia l'energia marina

di
energia marina, nostromo, onde Stretto, Giovanni Rinaldi, Messina, Sicilia, Società
Giovanni Rinaldi

“U scrusciu du mari”. A volte rimanda al peso della nostalgia che prova chi è costretto ad andare via, altre volte può essere la molla che ti permette di dare un senso al tuo percorso professionale.

Ed è quanto successo a Giovanni Rinaldi, classe 1988, orgogliosamente figlio di nostromo e nipote di pescatore, che adesso da ricercatore si occupa di energia marina, un settore relativamente nuovo nel campo delle energie rinnovabili che ai messinesi, però, dovrebbe far sbrilluccicare gli occhi, perché la città è una di quelle che potrebbe sfruttare onde e correnti per soddisfare gran parte del suo fabbisogno energetico.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook