Mercoledì, 20 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
GUSTO

A caccia di Sfince: 5 sagre siciliane dedicate al dolce di San Giuseppe, c'è anche Milazzo

Se per il salato si punta a pasta con le sarde, per il dolce tipico del 19 marzo sulle tavole non possono mancare le tradizionali sfince di San Giuseppe.

Un modo per celebrare il Santo, festeggiare il papà, insomma ogni scusa è buona per concedersi un peccato di gola. Tante le sagre in programma in Sicilia, anche a Milazzo.

Ed è proprio nella cittadina della provincia di Messina che a partire dalle 20 di venerdì 22 marzo, inizierà l'evento dedicato al dolce fritto con tanto di degustazione, organizzato dal Comitato Pro-Festeggiamenti di San Giuseppe.

A Bagheria, i festeggiamenti per San Giuseppe inizieranno domani. Tanti i bar già pronti a sfornare sfince. Lungo il corso principale si esibirà il gruppo “Sicilia Bedda” mentre per i bambini è prevista animazione.

A Carini, fino a domani, si potranno gustare le sfince che per l'occasione, ovunque, si potranno acquistare al costo di un solo euro.

Sagra anche a Baucina a partire dalle 16 di domani. La sagra qui sarà accompagnata anche dalla fiera dei sapori, organizzata per conoscere le produzioni raccolte e preparate da aziende locali con sistemi naturali.

A Villabate oggi alle 18 in piazza della Regione si aprirà la sagra delle sfince, offerte dalla confraternita San Giuseppe Lavoratore.

Ma, volendosi dilettare in casa, come si preparano le sfince?

I passaggi sono diversi. Considerando 12 porzioni, per l’impasto delle sfince occorrono:

250 grammi di farina 00
250 grammi di acqua
50 grammi di strutto
5 uova
5 grammi di sale
1 pizzico di bicarbonato
olio di semi di arachide per friggere, quanto basta

Poi, per la farcitura invece occorrono
700 grammi di ricotta di pecora
300 grammi di zucchero
gocce di cioccolato, quanto basta
arancia candita a filetti, quanto basta
ciliegie candite, quanto basta
granella di pistacchi, quanto basta

Per la preparazione, occorre iniziare il procedimento iniziando a setacciare la ricotta già colata dal siero. Va poi aggiunto lo zucchero. Mettere tutto in frigo.

In una pentola, si porta ad ebollizione l’acqua con lo strutto e il sale. Successivamente, va versata tutta la farina per poi mescolare il tutto con un cucchiaio di legno. Mettere tutto il composto in una ciotola, cercando di appiattire il composto che sarà poi coperto con la pellicola.

Raffreddato l'impasto di acqua e farina, servirà unire un uovo alla volta, aggiungendo il successivo solo quando il precedente è assorbito completamente. Aggiungere quindi un pizzico di bicarbonato.

Qui entra in gioco una planetaria col gancio, oppure il classico cucchiaio di legno.

Fatto ciò, le sfince vanno fritte con olio di semi di arachidi ad una temperatura di 170/180 gradi.

Ogni sfincia friggerà dai 10 ai 15 minuti.

Una volta fritte le sfince, vanno riempite con la ricotta per poi decorare con granella di pistacchi, filetto di arancia e mezza ciliegina candita. Fatto questo, il dolce è servito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook