Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Tommaso Calderone sceglie la Camera, Bernadette Grasso all’Ars
NUOVA GEOGRAFIA

Tommaso Calderone sceglie la Camera, Bernadette Grasso all’Ars

Messina, Politica
Bernardette Grasso

Il parlamentare Tommaso Calderone eletto con Forza Italia sia alla Camera sia all’Assemblea regionale siciliana ha optato per Palazzo Montecitorio, lasciando così l’Ars. Al suo posto nel Parlamento regionale subentra Bernardette Grasso, sindaco di Rocca di Caprileone, in provincia di Messina, prima dei non eletti, che aderirà al gruppo Fi all’Ars, guidato da Stefano Pellegrino e al quale è iscritto il governatore Renato Schifani. Calderone, invece, aveva seguito Gianfranco Miccichè nel gruppo di FI. Dopo la scelta dell’ex capogruppo di Fi all’Ars Tommaso Calderone, rimangono due i deputati che devono sciogliere la riserva tra il seggio siciliano e quello nazionale. Luca Cannata, (Fratelli d’Italia) eletto alla Camera e all’Assemblea regionale siciliana nelle elezioni del 25 settembre scorso ha inviato la nota con cui comunica di optare per il posto alla Camera. Carlo Auteri è il primo dei non eletti nella circoscrizione di Siracusa e subentrerà a Sala d’Ercole all’ex sindaco di Avola. Sono infine Anthony Barbagallo e Gianfranco Micciché gli altri due parlamentari chiamati a scegliere. Il segretario regionale del Pd non ha ancora formalizzato la sua decisione. La prima dei non eletti è Ersilia Saverino.
L’ex presidente dell’Ars Miccichè in questi mesi più volte invece ribadito la sua volontà di restare all’Ars. Lo stesso Miccichè è rimasto sordo alle sollecitazioni del suo partito, o almeno dal fronte interno che da mesi gli ha dichiarato guerra, invocando le sue dimissioni e il commissariamento del partito in Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook