Venerdì, 09 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Commissario a Messina, l’attesa prosegue e il cerchio si stringe
LA SCELTA

Commissario a Messina, l’attesa prosegue e il cerchio si stringe

di
Oggi è l’ottavo giorno in cui non c’è una guida politica a Palazzo Zanca. Ieri pomeriggio lungo vertice ma senza la fumata bianca che sembrava prossima: potrebbero esserci dei “vice”
commissario, comune, Messina, Politica
Luigi Croce

Oggi è l’ottavo giorno in cui non c’è una guida politica a Palazzo Zanca. Dal 15 febbraio nessuno è in cabina di comando della nave comunale, nemmeno quel commissario straordinario che sarebbe dovuto essere già in città per evitare la deriva.
La prima indicazione trapelata dalla Regione che deve scegliere il nome di chi deve traghettare Messina verso le elezioni di primavera, era quella che venerdì scorso potesse arrivare almeno la nomina. Poi, sembrava tutto apparecchiato per la giornata di ieri ed invece è maturato il secondo nulla di fatto.
Alla regione, ieri pomeriggio, c’è stato il primo vero briefing per l’analisi del profilo del commissario della terza città più grande dell’isola. Un’analisi che però non ha portato alla fumata bianca perché non sono bastate diverse ore di sondaggi e approfondimenti per arrivare alla decisione che la città, oggi acefala, aspetta.
Era girato il nome di di Rosolino Greco, un alto dirigente regionale esperto di questo ruolo di commissario avendolo già ricoperto, prima di andare in quiescenza, a Trapani, ma anche Capo d’Orlando, Sant’Agata di Militello e San Filippo del Mela per restare alla provincia messinese. Ma poi il nome del 66enne di Vicari è stato smentito dall’entourage del Governatore.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook