Sabato, 08 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il M5S: "Il Comune di Messina si costituisca parte civile al processo"
OPERAZIONE PROVINCIALE

Il M5S: "Il Comune di Messina si costituisca parte civile al processo"

I consiglieri si appellano all’articolo 2 del Regolamento antimafia
m5s messina, operazione provinciale, Andrea Argento, Cristina Cannistrà, Paolo mangano, Pippo Fusco, Messina, Politica
Cristina Cannistrà, consigliere comunale del M5S di Messina

«Il Comune si costituisca parte civile nell’eventuale procedimento giudiziario relativo all’operazione “Provinciale”, come previsto dall’articolo 2 del nostro regolamento antimafia, approvato il 21 novembre del 2017». Lo chiedono in una nota i consiglieri comunali del M5s Cristina Cannistrà, Andrea Argento, Pippo Fusco e Paolo Mangano. «La Città di Messina – si legge nel regolamento – considera prioritario il sostegno concreto alle vittime di estorsione e sente come un dovere il costituirsi come parte civile nei processi che riguardano il reato di associazione di tipo mafioso, di scambio elettorale politico-mafioso e dell’estorsione, nonché per i reati che hanno una diretta ingerenza con gli interessi della città”». È questa la richiesta avanzata dai consiglieri del M5s al sindaco Cateno De Luca dopo gli esiti dell’operazione congiunta condotta da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato, che ha portato all’arresto di 33 persone.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook