Sabato, 16 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Barcellona, finale ad alta tensione per il Consiglio sull’emergenza Covid
ALTA TENSIONE

Barcellona, finale ad alta tensione per il Consiglio sull’emergenza Covid

di
La seduta straordinaria si tiene senza l’Asp e si conclude con l’espulsione di Melangela Scolaro
barcellona pozzo di gotto, consiglio comunale, coronavirus, espulsione, seduta incandescente, Angelo Paride Pino, Giuseppe Cocuzza, Melangela Scolaro, Messina, Politica
La sede del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto

Non era nata sotto i migliori auspici la seduta di Consiglio comunale di Barcellona sull'emergenza Covid, per il fatto di essere stata chiesta da appena 5 consiglieri su 24, e si è conclusa ancora peggio. I pochi interventi entrati nel merito delle numerose problematiche riscontrate in questi mesi, hanno evidenziato una serie di carenze e di disfunzioni nella gestione dell'emergenza Covid rimaste senza risposta, anche perché assente è stata l'Asp, rappresentata solo dal direttore sanitario facente funzione del Cutroni Zodda, Giuseppe Cocuzza, che ha difeso il suo operato enunciando i titoli che lo hanno portato alla direzione del presidio ospedaliero. E mentre restano irrisolti i problemi della gestione del Covid hospital che ha perso anche la Chirurgia dedicata ai pazienti Covid, scoppia la polemica per la gestione della seduta del consiglio comunale, che nella parte finale è diventata incandescente con l'espulsione da parte del presidente Angelo Paride Pino del consigliere Melangela Scolaro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook