Martedì, 26 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica A Messina riaprono asili nido e ludoteche. De Luca: "Scuole solo dopo lo screening"
IL SINDACO

A Messina riaprono asili nido e ludoteche. De Luca: "Scuole solo dopo lo screening"

asilo, coronavirus, scuola, zona gialla, Cateno De Luca, Messina, Sicilia, Politica
Cateno De Luca

Tutto quello che era stato annunciato ora è contenuto nell'ordinanza firmata in serata dal sindaco Cateno De Luca. Da domani fino a sabato 5 dicembre è disposta ancora la chiusura degli Istituti comprensivi e scolastici pubblici, privati e paritari, della scuola primaria e secondaria di primo grado al fine di consentire l’esecuzione dei tamponi per lo screening della popolazione studentesca finalizzata alla prevenzione e gestione del contagio da Covid-19.

Il sindaco ha dato incarico al dirigente del Dipartimento Servizi alla persona, Ufficio politiche scolastiche, di sovrintendere alla campagna di esecuzione dello screening della popolazione scolastica, avendo cura di attestare giornalmente l’avvenuta esecuzione degli esami da parte degli Istituti scolastici che hanno aderito alla campagna secondo il cronoprogramma predisposto dal Comune di Messina di concerto con l’Asp e che verrà pubblicato a cura dello stesso Dirigente.

Una volta completato lo screening, "in assenza entro le successive 48 ore di una comunicazione da parte dell’Asp diretta al Comune di Messina e all’Ufficio scolastico provinciale con la richiesta di adozione di misure precauzionali a tutela della sanità della popolazione scolastica, l’Istituto scolastico i cui studenti sono stati sottoposti ad esame potrà riprendere l’attività didattica di presenza, anche senza attendere la scadenza del termine di efficacia della presente ordinanza".

Inoltre, "gli Istituti scolastici privati e paritari che siano in possesso di idonea certificazione, resa anche mediante autocertificazione previamente comunicata al Comune di Messina, all’Asp ed all’Ufficio scolastico provinciale, attestante l’avvenuta esecuzione di una campagna di screening e l’assenza di contagi da Covid- 19, possono riprendere le attività didattiche di presenza". Ovviamente, "nel tempo occorrente a completare la campagna di screening del contagio per la popolazione scolastica, gli Istituti scolastici sono tenuti a garantire lo svolgimento delle lezioni mediante la didattica a distanza secondo il calendario delle lezioni già comunicato agli studenti, ivi inclusi i laboratori e l’attività svolta in presenza a tutela del diritto allo studio per gli studenti affetti da disabilità".

L'ordinanza "non si applica agli asili nido, alle sezioni primavere e alle scuole dell’Infanzia, pubbliche, private e paritarie, oltre che alle ludoteche", che saranno dunque aperti da oggi. Il sindaco rammenta l'obbligo per tutti i dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, a comunicare l’attestazione dell’avvenuto rispetto delle disposizioni per il distanziamento interpersonale degli alunni nella formazione delle classi, con prioritario rispetto del distanziamento minimo di un metro, e l'invito ad astenersi dall’accettare iscrizioni per l’anno scolastico 2021/2022 "ove ciò comporti il superamento delle disposizioni sul distanziamento tra gli alunni".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook