Martedì, 17 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA CELEBRAZIONE

Messina, soffiano i venti del nuovo indipendentismo siciliano

di

Tornano a soffiare i venti dell'indipendentismo siciliano anche in riva allo Stretto. Ed è un fenomeno che non sembra fermarsi solo alla rievocazione di eventi storici o alla presentazione di libri, ma vi sono segnali di aggregazione di forze politiche e sociali, apparentemente distanti tra loro, che ritrovano ragioni di impegno comune nella battaglia per l'indipendenza dell'Isola.

Ieri si è celebrato il 161° anniversario delle Cinque giornate di Messina del 1848, passate alla storia come la rivolta dei Camiciotti. Una ricorrenza che l'associazione culturale “La Sicilia ai Siciliani” e il Comitato “Vespro 2019”, hanno voluto ricordare collegando passato, presente e futuro.

Un corteo, partito da largo Seggiola, con le bandiere della Trinacria, e con partecipanti arrivati da varie province della Sicilia, si è snodato lungo le vie del centro, attorno al luogo dove è collocata la targa che ricorda «l'eroico sacrificio dei Camiciotti».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook