Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
I COMMENTI

Elezioni Europee, le reazioni politiche a Messina

A Messina e in provincia si registrano gli ottimi risultati alle elezioni Europee di Fratelli d'Italia e Lega, bene anche Forza Italia. Ecco le reazioni politiche ai risultati.

“Fratelli d’Italia ottiene un risultato importantissimo in Sicilia, terra nella quale scatta il seggio pieno per FdI. Il partito, che cresce in tutto il Paese, raddoppiando il risultato delle politiche, nella nostra regione arriva al 7.5%. Nella provincia di Messina si arriva all’ 8,71%, con una risposta in città che sfiora quasi il 9%. Una crescita esponenziale rispetto alle percentuali delle scorse tornate elettorali, un risultato eccezionale per il nostro gruppo e per la nostra leader Giorgia Meloni che ha ricevuto ampio consenso. Questo ci dà la misura di quanto il nostro progetto politico stia iniziando ad essere compreso e condiviso e, il lavoro che stiamo portando avanti sul territorio sia apprezzato. Un ringraziamento a tutti i candidati che si sono spesi in questa competizione, con specifico riferimento ai messinesi”, commenta il deputato regionale di FdI, Elvira Amata che, ieri, ha assistito allo spoglio nella sede regionale di FdI. “Adesso ritengo sarà tempo di avviare una seria riflessione sul futuro del Paese, su quello del centrodestra. Per la prima volta, i patrioti italiani entrano nel Parlamento Europeo. E la voce della nostra Sicilia sarà portata in Europa con la forza di cui ha bisogno per essere ascoltata”.

“E’ un risultato straordinario, la nostra provincia è stata determinante per il successo della Lega in Sicilia e nel collegio dell’Italia insulare” è questo il commento a caldo sui risultati delle elezioni europee del commissario provinciale della Lega e Sindaco di Furci Siculo Matteo Francilia. “In provincia di Messina - continua Francilia - ci imponiamo come il terzo partito con oltre 43 mila voti passando dal 5% a oltre il 20% e veniamo particolarmente premiati nei comuni che amministriamo dove registriamo percentuali tra il 35 e il 40%. La provincia di Messina premia anche a suon di preferenze il leader della Lega Matteo Salvini e le due probabili europarlamentari elette Annalisa Tardino e Francesca Donato: “consegnamo al nostro leader 23.356 preferenze, e un successo significativo anche alle due candidate più votate della lista Annalisa Tardino e Francesca Donato. La nostra provincia poi è quella in cui la licatese Annalisa Tardino ha preso più voti rispetto alle altre province siciliane, oltre 8000 preferenze”. “Questo grande risultato è frutto dell’instancabile lavoro del nostro commissario regionale il senatore Stefano Candiani, della classe dirigente e dei militanti della Lega. E’ un successo che ci fa indubbiamente felici ma è allo stesso tempo una grande responsabilità. Sono certo che con Salvini le nostre europarlamentari elette sapranno rappresentare in Europa gli interessi dei siciliani e dei cittadini della nostra provincia” conclude Francilia.

"Grazie Sicilia, la prima regione per Forza Italia con il 17%. Grazie Messina, la provincia più azzurra d’Italia con lo straordinario dato del 23,76 % di Forza Italia. Complimenti alla grande squadra che ha conseguito questo successo, in particolare ai nostri candidati Giuseppe Milazzo, Dafne Musolino, Gabriella Giammanco e Giorgia Iacolino". Lo scrive dalla sua pagina Facebook la deputata di Forza Italia alla Camera, Matilde Siracusano. "A Messina - conclude la Parlamentare - è stato premiato il lavoro del sindaco Cateno De Luca, del deputato regionale Tommaso Calderone, dell’assessore Bernadette Grasso e dei colleghi Nino Germanà e Urania Papatheu, che con la guida di Gianfranco Miccichè e del Presidente Silvio Berlusconi hanno registrato uno straordinario successo azzurro. Al Presidente Berlusconi va inoltre il ringraziamento più grande per l'ennesimo atto di amore verso il suo Paese".

“Sono soddisfatto del grande risultato che Forza Italia ha ottenuto in Sicilia dove ha fatto registrare la percentuale più alta di tutte le altre regioni. I 261. 340 voti ottenuti, pari a quasi il 17% dei consensi (media più che doppia rispetto al resto d’Italia), confermano che ci vorrebbe un Micciché per ogni regione”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia Nino Germanà. “Il nostro coordinatore - aggiunge - ha saputo costruire una lista forte e rappresentativa, ha saputo far tributare il maggior numero di preferenze al nostro presidente Berlusconi e ha fatto eleggere il nostro capogruppo all’ARS Giuseppe Milazzo. Gli elettori del Sud, e i siciliani in particolare, lanciano un segnale al partito nazionale, dimostrando, con il consenso, che il radicamento di Forza Italia sul territorio merita grande attenzione nell’ambito delle strategie di riorganizzazione generale del partito. Io e tutti deputati i messinesi non possiamo che gioire del risultato locale che vede Forza Italia al 23,76% in provincia di Messina e al 19,63% a Messina città. Questi due dati confermano che Messina e la sua provincia sono la città e la provincia più azzurra d’Italia”.

“Il nostro obiettivo – ha evidenziato il segretario provinciale messinese di Sicilia Futura - era quello di ridare centralità alla città di Messina ed alla sua grande Provincia.
Ci siamo riusciti – ha ricordato Calderone - sostenendo la candidata locale Dafne Musolino e contribuendo in maniera determinante al risultato dell'onorevole Giuseppe Milazzo.
Questo è solo il primo passo di un grande progetto provinciale – ha concluso il dirigente di Sicilia Futura - volto, auspichiamo, a dare cittadinanza politica ai moderati attraverso la creazione di un nuovo soggetto politico che abbia al centro della sua azione la difesa del Meridione e che si ponga, in maniera positiva, quale argine allo strapotere di una formazione quale la Lega che crediamo potrà fare tutto, ma certamente non avrà mai a cuore come Noi la cura e lo sviluppo della Sicilia”. Così Santino Calderone, segretario provinciale messinese Sicilia Futura.

È stata un’esperienza intensa ed entusiasmante. Il mio primo pensiero va a tutti i cittadini di Messina, che con il loro voto hanno voluto premiare la mia candidatura e le mie idee: un significativo riconoscimento per tutto quello che ho cercato di fare in questi anni di impegno politico e sociale. In questo percorso ho puntato sulla semplicità e la chiarezza nell’affrontare le grandi questioni europee qui in riva allo Stretto, coniugando un’idea forte e centrale, quella dell’Europa unita, con le questioni peculiari del territorio, le grandi idee e i bisogni quotidiani: dal Ponte sullo Stretto, al lavoro e alla solidarietà, e ancora la famiglia e la sicurezza. Ho tentato di spiegare come senza la partecipazione e l’impegno di tutti l’idea di Europa rischia di svuotarsi e perdere forza e significato. La mia città, l’amata città di Messina, ha risposto con forza al mio appello. Il risultato mi inorgoglisce e mi dice di andare avanti: quell’“adesso” che ho più volte ripetuto in campagna elettorale, non era un semplice slogan: era la sintesi di una profonda convinzione. In politica “adesso” è “sempre”, è avere la forza e il coraggio di spingersi oltre le contingenze e ribadire che ogni giorno è un giorno da consacrare agli altri, a quelli che hanno riposto in te la loro fiducia, e a quelli che pur “distanti” fanno ugualmente parte del corpo della nazione. Il popolo è sovrano, lo è sempre. E lo sarà ancora di più se nel suo canto, nel suo inno alla patria, troverà le parole, la forza, e la compassione per unire anche gli “altri”.

"Il mio impegno politico continuerà più forte di prima, in linea con le battaglie portate avanti nel corso di questa campagna elettorale. Credo che adesso la Sicilia si trovi al cospetto di una grande sfida: farsi ancora una volta culla di un laboratorio per la creazione di un nuovo soggetto politico, espressione di una destra moderata e convintamente europeista, che voglia finalmente valorizzare le grandi potenzialità della nostra isola, guardando – come ha più volte indicato il governatore Musumeci - a quelle realtà produttive sane che possono ricevere dall’Europa il sostegno dei fondi comunitari per restituire a tutti i cittadini un patrimonio duraturo di cultura e di sviluppo. Non posso e non voglio dimenticare in questo momento tutti gli amici, quasi diecimila, che hanno creduto in me, a Messina, in provincia e in molte altre città della Sicilia. Ho messo la mia persona al loro servizio e il mio impegno, in nome delle idee per cui mi sono battuta, continua da subito, da 'adesso'". E' il commento di Maria Fernanda Gervasi, candidata di Fratelli d'Italia.

Mentre i 5 Stelle, che a livello nazionale hanno subito il sorpasso del Pd, si confermano in Sicilia e a Messina prima forza politica: “Il Movimento 5 Stelle si posiziona come prima forza politica nella provincia e nella città di Messina. Questo conferma la fiducia che i nostri concittadini hanno riposto e continuano a riporre in noi e nel cambiamento che portiamo avanti da più di un anno” dichiarano infatti PortaVoce messinesi del Movimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Grazia D’Angelo, Barbara Floridia, Alessio Villarosa e Antonella Papiro, insieme ai PortaVoce comunali, nel commentare il risultato delle elezioni europee nella città e nella provincia di Messina.

“Ringraziamo tutti i cittadini che ieri hanno scelto, anche in Europa, la via di un cambiamento a cinque stelle ed auguriamo buon lavoro a tutti gli eletti del MoVimento nella circoscrizione Sicilia-Sardegna. Siamo certi che si impegneranno al massimo per avvicinare l’Europa ai nostri territori, così come continuiamo a fare noi da Roma. Dall’istituzione dell’Autorità Portuale dello Stretto al blocco dell’inceneritore della Vale del Mela: andiamo avanti sempre e solo per il bene della nostra città”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook