Lunedì, 26 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
SINDACATI

Messina, fuga dei medici del 118, la denuncia dello Snami

Messina abbandonata dai medici del 118 che, esasperati, hanno deciso di optare per la mobilità piuttosto che restare in presìdi senza alcuna tutela, in condizioni impossibili, che non consentono di lavorare con serenità al servizio degli utenti. È forte la denuncia del sindacato Snami.

"Il 24 aprile, presso gli uffici dell’Asp 5 di Messina, ospitati presso l’ex Ospedale Margherita, si è svolta la mobilità intraziendale per i medici del 118, che permette in sostanza ai medici stessi di spostarsi da una postazione ad un’altra proseguendo la loro opera presso altri presidi.

Di norma questa pratica mobilita pochi medici e viene completata infine dalle pubblicazioni delle zone carenti che colmano e riequilibrano il numero dei posti resi vacanti. Ma cosa è successo in realtà quel giorno? Si è assistito allo svuotamento di due intere postazioni della città di Messina"

Il sindacato denuncia la fuga dei medici dalle postazioni di Gazzi e Mandalari e l'utilizzo degli stessi per patologie non gravi a discapito dei codici rossi e delle emergenze.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook