Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
DEPOTENZIAMENTO

Comune di Messina, tagli all'ufficio stampa: critiche da Sicilia Futura

comune di messina, sicilia futura, tagli ufficio stampa, Daria Rotolo, Nino Interdonato, Pietro La Tona, Messina, Sicilia, Politica
Palazzo Zanca, sede del Comune di Messina

Dopo il plauso all'Amministrazione sulla tempistica con cui il bilancio di previsione del Comune di Messina è stato approvato, il gruppo consiliare di Sicilia Futura stigmatizza le scelte sull'organizzazione della macchina burocratica comunale. "Ci risulta - scrivono infatti i consiglieri Pietro La Tona, Daria Rotolo e Nino Interdonato - che l'Ufficio Stampa è stato depotenziato, privandolo di 3 unità sulle cinque complessive, con l'idea ancora più assurda di allocarlo all'interno dell'Ufficio di Gabinetto del Sindaco. Ricordiamo a noi stessi - continuano i consiglieri - che l'Ufficio Stampa esiste in forza della legge 150 del 2000, che è un ufficio di comunicazione e dunque di democrazia partecipata a servizio di tutti gli organi comunali, consiglieri comunali in primis, e non soltanto del Sindaco".

I consiglieri specificano inoltre che "Depotenziare e ingabbiare questo ufficio significa andare contro il diritto dei cittadini di ascoltare tutte le voci, anche quelle in dissenso, che operano all interno del Comune. Cosa diversa è la figura del portavoce anch'essa prevista dalla legge e che, questa si, è al servizio del Sindaco e dell Amministrazione. L'auspicio - concludono i tre - è che il Sindaco ripristini al più presto la migliore e più efficace funzionalità dell Ufficio Stampa comunale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook