Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
COMUNE

Messina, il sindaco rassicura: «Non ci sarà il dissesto». Rizzo pressa: ne parli in aula

di
consiglio comunale messina, debiti comune messina, dissesto comune messina, Cateno De Luca, Massimo Rizzo, Messina, Sicilia, Politica
Palazzo Zanca, sede del Comune di Messina

Intervengono tutti o quasi su una vicenda che potrebbe avere conseguenze determinanti sul futuro di Palazzo Zanca. Ci riferiamo alla recentissima sentenza della Consulta che ha dichiarato costituzionalmente illegittimo il comma 714 dell’articolo 1 della legge di stabilità del 2016.

"È la norma – spiega sulla Gazzetta del Sud in edicola il presidente della Commissione bilancio Massimo Rizzo – che ha consentito agli enti locali in stato di pre-dissesto di spalmare su trent’anni il ripiano dei disavanzi e di conseguenza ne ha “ampliato la capacità di spesa in condizioni di conclamato squilibrio“.

Tradotto per i non addetti ai lavori, la Corte Costituzionale stigmatizza l’abusata tecnica finanziaria di far pagare i nostri debiti alle future generazioni. Dal punto di vista più strettamente politico – insiste Rizzo –, è l’assoluzione per quella classe dirigente che il debito lo ha prodotto, che così si sottrae al giudizio di responsabilità dei cittadini.

"E' opportuno (anzi, assolutamente necessario) - dice - che il sindaco, anche quale assessore al Bilancio, riferisca nell’apposita commissione consiliare. E ciò da oggi stesso, in quanto proprio questa sarà la settimana in cui si avvierà la discussione e la valutazione sul bilancio previsionale.

Il sindaco, da parte sua, esprime una certezza. «Il legislatore interverrà – scrive De Luca –, consentendo ai Comuni che hanno i soldi nel cassetto (avanzo di amministrazione), bloccati dalle vigenti norme contabili, di poterli destinare in misura maggiore rispetto al passato al pagamento dei debiti pregressi».

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook