Sabato, 23 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Risanamento a Messina, braccio di ferro Comune-Iacp: chiesto l'intervento della Regione

di
iacp messina, risanamento messina, Cateno De Luca, Messina, Sicilia, Politica
L'assessore regionale alle Infrastrutture e il sindaco della Città metropolitana di Messina Cateno De Luca

Senza la collaborazione dell'Istituto Autonomo Case Popolari, il risanamento, quello vero, quello atteso da mezzo secolo, non potrà mai avvenire. Palazzo Zanca però non vuole aspettare oltre i tempi e la buona volontà dello Iacp e ora chiede aiuto alla Regione per accelerare le modalità di una operazione sbaraccamento, di fatto, oggi ancora al palo.

Altro che lo scorso San Silvestro per l'addio alle casette di Messina! Con i ritmi che si sono visti negli ultimi mesi i tempi si potrebbero misurare in lustri. Il nodo, nell'analisi della Giunta, è quello della reale disponibilità delle aree del risanamento. Il braccio di ferro prosegue dall’autunno, quando l’ente di via Ettore Lombardo Pellegrino pose tutta una serie di quesiti alla Regione sull'applicazione della legge con cui nacque l'agenzia per il risanamento di Messina.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Messina della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook