Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
AZIENDA SPECIALE

Comune, il Consiglio dà l'ok alla Messina Social City

di

Ancora una seduta di Consiglio comunale, ancora un “lascia passare” per le delibere attuative del “salva Messina”.

Ad eccezione del Movimento 5 Stelle che si è astenuto in blocco, il resto dell’aula ha detto sì alla costituzione e al contratto di servizio della Messina Social City, la nuova azienda speciale che gestirà i servizi sociali, e alla modifica dello statuto dell’Amam, società che invece si occupa dell'erogazione idrica.

Bocciati gli emendamenti a firma dei consiglieri del Pd Felice Calabrò e Antonella Russo che chiedevano, in ossequio ai principi generali della legge Madia, la nomina di un amministratore unico, anzichè di un Consiglio di Amministrazione.

Approvato, invece, l'emendamento a firma di Calabrò che inseriva l'accoglienza dei migranti tra i settori di competenza della Messina Social City.

Tutti i dettagli su Gazzetta del Sud - edizione di Messina, in edicola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook