Martedì, 18 Settembre 2018
MESSINA

L'esercito dei 1700 candidati

di
elezioni amministrative, messina, Messina, Politica
Palazzo Zanca

Le verifiche sono proseguite fino all’una di questa notte.

29 liste al consiglio comunale 96 al consiglio delle sei circoscrizioni, 1700 candidati un vero e proprio esercito quello che si presenta alle prossime elezioni del 10 giugno. E stamattina è iniziato a buon ritmo anche il lavoro della commissione elettorale circondariale che dovrà verificare uno a uno i documenti presentati ieri e nei giorni scorsi dai partiti e dalle liste civiche. Potranno essere chieste delle integrazioni o delle correzioni da questo ufficio che dipende direttamente dalla Prefettura. In ogni caso il giorno ultimo per conoscere l’ufficialità dei candidati resta domenica prossima anche se già domani e dopodomani potrebbero arrivare già indicazioni definitive.

E da oggi c’è anche la possibilità di presentare anche il modulo per diventare scrutatore in uno dei 254 seggi che saranno costituiti il 10 ed eventualmente il 24 giugno. Già di prima mattina lunghe code ai punti di raccolta che sono stati realizzati all’interno del comune. Altri sono aperti in ciascuna delle sedi delle sei circoscrizioni. C’è tempo fino amartedì prossimo per poter presentare l’istanza. Occorre non essere parenti di alcun candidato al consiglio o ai quartieri.

Entro la fine del mese sarà effettuato il sorteggio attraverso il quale saranno scelti i 1200 scrutatori.

Ma torniamo alla giornata di ieri. Sono state ore convulse quelle soprattutto fra le nove e le 12 quando tutta la documentazione doveva essere presentata alla commissione chimata ad accettarla. A mezzogiorno il countdown ha completato la sua corsa e da quel momento è iniziata la lunga attesa per la presentazione dei corposi incartamenti.

Al netto degli esiti dei controlli della commissione elettorale circondariale, le ultime ore hanno consegnato più di una sorpresa. Le liste a sostegno di Bramanti sono diventate da 8 a 10 con gli inserimenti del Popolo della Famiglia e soprattutto di Noi con Salvini che, attraverso Carmelo Lo Monte ha fatto capire che è nella coalizione di centro destra ma con dei netti distinguo di metodo.

Nel centrosinistra poche sorprese, con sei liste a sostegno di Antonio Saitta e di una squadra già con 5 assessori compresa la sorpresa Lucy Fenech ad oggi ancora nel gruppo di Cmdb.

Ieri è stato anche il giorno della presentazione delle liste di Pippo Trischitta, l'ultimo a presentarsi, come candidato sindaco a quindici minuti dal gong. Con lui due liste a supporto.

Gli altri candidati avevano completato le operazione con un po' di anticipo.

Ilprimo a toglersi il dente era stato Accorinti, con le sue tre liste, nelle quali ha spalmato i suoi attuali assessori.

Gaetano Sciacca, con una sola lista come prevede il sistema pentastellato, ha chiuso tutto lunedì svelando anche i nomi dei primi 4 assessori e dei 32 candidati consiglieri.

L'altro ieri invece hanno terminato le delicate operazioni di presentazione delle liste sia Emilia Barrile con il suo Leali che Cateno De Luca, con le sue 6 liste. Adesso tutti i concorrenti sono schierati in griglia, qualcuno parte in pole position altri devono inseguire, ma in ogni caso il gran premio di Messina può gia partire.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook