Domenica, 20 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia A Messina i numeri dell'edilizia sono drammatici, in dieci anni persi 9500 posti di lavoro
IL REPORT

A Messina i numeri dell'edilizia sono drammatici, in dieci anni persi 9500 posti di lavoro

di

Dati terrificanti, oltre le peggiori previsioni. Anche quest'anno Uil Messina e Feneal Uil in prossimità del Ferragosto diffondono l'analisi dettagliata su ciò che da oltre un decennio corrisponde al drammatico disfacimento del settore dell'edilizia, un comparto che da sempre è stato volano per l'intera economia della provincia.

Tre elementi su tutti sono agghiaccianti: nel giro di 10 anni i lavoratori occupati sono scesi da 14.687 del 2010 a soli 5.194 del primo semestre (ottobre 2017-marzo 2020), con una perdita secca di ben 9.493 posti di lavoro pari al -65%; il lavoro nero è vertiginosamente aumentato di oltre il 40%: i lavoratori in nero oggi presenti in un cantiere sono mediamente oltre il 70% della forza lavoro; le imprese attive che erano e sono il vero tessuto socio-economico si sono dimezzate, passando dalle 2.937 del 2010 alle sole 1.355 del primo semestre.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Messina.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook